Cerca

L'intervista

Miss Italia, Simona Ventura: "Così rilancerò la kermesse"

Miss Italia, Simona Ventura: "Così rilancerò la kermesse"

Se vi capita di guardare su Youtube uno dei provini di Simona Ventura (quelli che faceva alla fine degli anni Ottanta), vi renderete conto che la showgirl è riuscita a realizzare tutti i suoi sogni. Sognava Sanremo (lo ha fatto), la conduzione di un programma sportivo (è stata la padrona di casa a Quelli che il calcio per dieci anni) e di una trasmissione di intrattenimento (Le Iene, L’Isola dei famosi e poi l’esperienza di X Factor). Rai, Mediaset, Sky… Insomma, delle grandi esperienze le mancava solo Miss Italia e delle grandi reti televisive solo La7. Ecco qui allora che SuperSimo quest’anno si lancia nella rischiosa avventura e si arruola nella squadra di Patrizia Mirigliani. Stasera, intorno alle 21, su La7 appunto, la Ventura sarà al timone del concorso che eleggerà la più bella d’Italia. L’abbiamo incontrata poche ore prima della finalissima e Simona ci ha raccontato tutti i segreti della sua carriera, l’entusiasmo e l’umiltà che l’hanno portata a rimettersi in gioco a Miss Italia e infine, ci ha svelato cosa c’è nel suo futuro.

Chi le ha chiesto di fare Miss Italia e perché ha detto di sì?

“Leonardo Pasquinelli di Magnolia, abbiamo lavorato a tanti progetti insieme e per questo mi sono fidata della sua proposta. Ho accettato, nonostante i rischi, perché credo che Miss Italia abbia ancora qualcosa da dire al pubblico”.

Il suo sì non era affatto scontato. Inutile nasconderci dietro un dito, Miss Italia ha perso molto rispetto alle gloriose edizioni del passato.

“Il concorso aveva bisogno di rinnovarsi ed è quello che abbiamo deciso di fare. Insieme a Patrizia Mirigliani, agli sponsor e a tutto lo staff abbiamo deciso di declinarlo in chiave moderna: sarà un programma istituzionale ma che sta al passo con i tempi. Questo è l’anno zero di Miss Italia e io sono felice di esserci”.

Ci sta dicendo che potrebbe esserci anche l’anno prossimo?

“Vediamo, è presto per dirlo. Nel caso però non mi dispiacerebbe”.

Miss Italia segna il suo ritorno alla tv generalista. Era stufa di X Factor?

“Mi mancava la televisione generalista così a dicembre ho deciso di non rinnovare l’esclusiva con Sky. Ho rischiato lo so e sono stati dei mesi difficili. Stare alla finestra e aspettare non è mai semplice”.

Che cosa aspettava, mi scusi?

“Ero in attesa di progetti stimolanti e interessanti. E quando è arrivata Miss Italia sono stata molto felice di accoglierla e di lanciarmi”.

Quanto è stata importante la bellezza per la sua carriera?

“Avere un bell’aspetto aiuta, è inutile dire il contrario. Ho iniziato a fare questo lavoro in un ambiente molto maschile come quello sportivo e non nascondo che sfoggiare un bel sorriso a volte mi ha aiutato, mi ha aperto alcune porte. Detto questo, sono convinta che la bellezza da sola non basti. Nella televisione moderna se non hai altro da offrire torni a casa, se oltre a essere piacente non sei intelligente, brillante e capace di fare il tuo lavoro non arrivi lontano”.

Rispetto al 1999, quando partecipò come presidente di giuria che cosa è cambiato nel concorso?

“Molte cose. Il riferimento non è tanto alle miss che sono più o meno donne, quando dico che è tutto diverso mi riferisco al fatto che la televisione di oggi è diversa rispetto ad allora. La nostra Miss Italia sarà smart, 2.0. Il concorso è diventato più social (hastag #misentoMiss, ndr) e si è aperto alle curvy”.

La bellezza quindi può avere secondo lei anche un chilo più?

“Certamente, io di chili ne ho persi sei, ma resto orgogliosa della donna curvy (ride, ndr)”.

Dicevamo prima che è stata presidentessa di giuria alcuni anni fa. Per questa rivoluzionaria edizione invece ha voluto fortemente la presenza di Alena Seredova.

“Le vicende personali di Alena negli ultimi mesi sono state (per ovvie ragioni) messa alla gogna mediatica. Lei, nonostante tutto, ha mostrato grande dignità e riservatezza. Ha protetto la sua famiglia e i suoi figli. Non è facile, soprattutto nel mondo dello spettacolo. Per questo credo che sia un esempio per le ragazze”.

E’ stato difficile convincerla a venire a Jesolo?

“No, l’ho chiamata personalmente e mi ha detto subito di sì. Non vogliamo fare gossip, ma offrire alle ragazze e a lei una bella occasione”.

Lei e Giovanni Floris siete stati i due volti di punta di La7 nel telemercato estivo. Lui ha iniziato con 19e40 e non è andata benissimo.

“Dategli tempo, è un grande professionista. Alcuni cambiamenti hanno bisogno di un periodo di rodaggio”.

Cosa c’è per lei dopo Miss Italia?

“A maggio farò Il Contadino cerca Moglie su Fox Life. Un reality molto divertente in cui ci sono una serie di contadini e contadine che cercano un compagno o una compagna. La cosa che più mi piace è che si vede uno spaccato dell’Italia veritiero e interessante: uno produce il vino, uno l’olio, un altro i pomodori”.

Ok, da settembre a maggio invece cosa farà?

“Chissà… (ride, ndr)”.

Qualcosa bolle in pentola. L’Isola dei Famosi?

“Chissà.. Vedremo..."

Il matrimonio?

“No no. Non ne sentiamo l’esigenza. E’ come se fossimo già sposati”.

Non si è legata a nessuna rete. Fa la libera professionista in tv. Essendo una che anticipa i tempi (prima a creare una web tv, prima a lanciarsi nell’esperienza di giudice e a mollare quando il mestiere diventa inflazionato), pensa che sposare i progetti piuttosto che una Rete garantisca maggiore qualità al piccolo schermo?

“Ciascuno dovrebbe fare davvero quello che vuole fare. I progetti in cui crede davvero, questo garantisce un buon risultato”.

di Antonella Luppoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    14 Settembre 2014 - 23:11

    Quando si va fuori dalla realtà è facile fare e dire stupidaggini. A questa è venuto, più che il delirio d'onnipotenza, il delirio della scemenza.

    Report

    Rispondi

blog