Cerca

Arrestati due italiani

Francia: auto del Vaticano fermata con a bordo 4 kg di cocaina e 150 gr di cannabis

Francia: auto del Vaticano fermata con a bordo 4 kg di cocaina e 150 gr di cannabis

Un’auto del Vaticano è stata fermata a un controllo di dogana in Francia. A bordo del veicolo sono stati trovati 4 chili di cocaina e 150 grammi di cannabis. Due gli italiani arrestati. Non si conoscono le generalità dei due uomini, ma il Vaticano interpellato dall’agenzia francese I.Media ha assicurato che nessun dipendente o membro della Santa Sede è stato direttamente coinvolto nella vicenda. Il Vaticano ha quindi confermato la notizia dell’arresto dei due italiani alla dogana francese. I due erano a bordo dell’auto appartenente al cardinale argentino Jorge Mejia, ex archivista e bibliotecario della Santa Chiesa di Roma.

Una vicenda dai contorni poco chiari - Il cardinale Mejia, 91 anni, è in convalescenza dopo un infarto (Papa Francesco due giorni dopo la sua elezione lo andò a visitare in una clinica romana). Secondo la versione di una radio francese sarebbe stato il segretario di monsignor Mejia a prestare l’auto ai due italiani affinché provvedessero a fare il tagliando. I due ne hanno approfittato andando in Spagna, comprando la droga e pensando di farla franca grazie all’immatricolazione diplomatica. Al momento sono in stato di fermo nei pressi di Lione. Sulla vicenda è intervenuto anche il portavoce Vaticano, padre Federico Lombardi che ha spiegato: "L’auto del cardinale Mejia con a bordo della droga è stata effettivamente bloccata dalla polizia francese ma il cardinale, che sta male, è totalmente estraneo". Lombardi ha inoltre spiegato che il segretario di Mejia nei giorni scorsi aveva consegnato l’auto ad un carrozziere per fare delle riparazioni. "L’auto è stata consegnata nei giorni scorsi ad una autofficina - ha detto il portavoce vaticano -. Evidentemente ne è stato fatto un altro uso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • insorgi

    16 Settembre 2014 - 19:07

    A novantuno anni il pisellino ha bisogno di un acceleratore extra corporeo altrimenti nisba.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    16 Settembre 2014 - 18:06

    Che i francesi mettano questi due nella cella più profonda e fondano la chiave, secondo gli insegnamenti di Antonio Di Pietro, che solo in questo caso sono condivisibili.

    Report

    Rispondi

blog