Cerca

La reazione

Giorgio Napolitano: "Voto anticipato? Piuttosto mi dimetto"

Giorgio Napolitano: "Voto anticipato? Piuttosto mi dimetto"

Ieri Matteo Renzi e Silvio Berlusconi si sono incontrati nuovamente per rinsaldare il Patto del Nazareno, per tenere in vita l'accordo, decidere insieme le nomine e i provvedimenti che contano. I segnali di uno scricchiolio ci sono tutti: basta vedere le continue fumate nere sull'elezione dei giudici della Consulta: Luciano Violante e Donato Bruno non ce l'hanno fatto. E' ovvio  che - come scrive il vicedirettore di Libero Fausto Carioti - su Libero se questo stallo dovesse continuare sarà inevitabile andare al voto anticipato. C'è tuttavia il problema della legge elettorale con cui andare alle urne. Il nodo è sempre lo stesso: Renzi vorrebbe l'Italicum che prevede il premio di maggioranza e darebbe al Pd di governare senza ricorrere alle larghe intese. mentre il Consultellum potrebbe non andare male al Cav. C'è quindi lo scoglio pesantissimo che è quello della legge elettorale. Ma c'è un ostacolo forse ancora più insuperabile ed è il Presidente dalla Repubblica Giorgio Napolitano che si è messo di traverso. E, quando Matteo Renzi nel suo discorso alla Camera poi al Senato ha lasciato intravedere la possibilità del voto in primavera e ha mandato un messaggio molto chiaro. "Io non sciolgo le Camere, piuttosto mi dimetto. Alle elezioni semmai vi porterà il mio successore". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mauro.benivegna

    04 Novembre 2014 - 18:06

    magari...non mi manchera'.........speriamo!...no no ....prego!

    Report

    Rispondi

  • Barbarello

    17 Ottobre 2014 - 23:11

    Per me,le sue dimissioni sarebbe il più bel giorno della mia vita. Lo faccia al più presto possibile almeno farebbe gioire a milioni di italiani.

    Report

    Rispondi

  • accanove

    25 Settembre 2014 - 14:02

    sarebbe un bel colpo, salta il governo, salta il presidente, ci commissariano, gli italiani pensano a salvarsi e non pagano più le tasse, saltano le casse dello stato, salta lo stato, i commissari iniziano in lineare a tagliare le spese, tentano di mettere mano al prelievo ma trovano resistenza e ben poco ancora da raschiare, la strada della riforma prende finalmente la via giusta

    Report

    Rispondi

  • villiam

    20 Settembre 2014 - 10:10

    speriamo in renzi e berlusconi ,così ce lo togliamo di mezzo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog