Cerca

La reazione

Giorgio Napolitano: "Voto anticipato? Piuttosto mi dimetto"

25
Giorgio Napolitano: "Voto anticipato? Piuttosto mi dimetto"

Ieri Matteo Renzi e Silvio Berlusconi si sono incontrati nuovamente per rinsaldare il Patto del Nazareno, per tenere in vita l'accordo, decidere insieme le nomine e i provvedimenti che contano. I segnali di uno scricchiolio ci sono tutti: basta vedere le continue fumate nere sull'elezione dei giudici della Consulta: Luciano Violante e Donato Bruno non ce l'hanno fatto. E' ovvio  che - come scrive il vicedirettore di Libero Fausto Carioti - su Libero se questo stallo dovesse continuare sarà inevitabile andare al voto anticipato. C'è tuttavia il problema della legge elettorale con cui andare alle urne. Il nodo è sempre lo stesso: Renzi vorrebbe l'Italicum che prevede il premio di maggioranza e darebbe al Pd di governare senza ricorrere alle larghe intese. mentre il Consultellum potrebbe non andare male al Cav. C'è quindi lo scoglio pesantissimo che è quello della legge elettorale. Ma c'è un ostacolo forse ancora più insuperabile ed è il Presidente dalla Repubblica Giorgio Napolitano che si è messo di traverso. E, quando Matteo Renzi nel suo discorso alla Camera poi al Senato ha lasciato intravedere la possibilità del voto in primavera e ha mandato un messaggio molto chiaro. "Io non sciolgo le Camere, piuttosto mi dimetto. Alle elezioni semmai vi porterà il mio successore". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mauro.benivegna

    04 Novembre 2014 - 18:06

    magari...non mi manchera'.........speriamo!...no no ....prego!

    Report

    Rispondi

  • Barbarello

    17 Ottobre 2014 - 23:11

    Per me,le sue dimissioni sarebbe il più bel giorno della mia vita. Lo faccia al più presto possibile almeno farebbe gioire a milioni di italiani.

    Report

    Rispondi

  • accanove

    25 Settembre 2014 - 14:02

    sarebbe un bel colpo, salta il governo, salta il presidente, ci commissariano, gli italiani pensano a salvarsi e non pagano più le tasse, saltano le casse dello stato, salta lo stato, i commissari iniziano in lineare a tagliare le spese, tentano di mettere mano al prelievo ma trovano resistenza e ben poco ancora da raschiare, la strada della riforma prende finalmente la via giusta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media