Cerca

Le ipotesi

Detrazioni fiscali, le ipotesi per ridurle

Detrazioni fiscali, le ipotesi per ridurle

L’esigenza di trovare soldi, potrebbe spingere il governo a ridurre gli oltre 700 sconti fiscali che erodono il gettito dello Stato di 250 miliardi di euro ogni anno. L’obiettivo è recuperare almeno tre miliardi di euro. E, come scrive il Messaggero, nonostante le rassicurazioni del ministro Padoan, resterebbe sul tavolo anche una revisione della tassazione agevolata Iva al 4 e al 10 per cento Gli sconti fiscali su lavoro dipendente, pensioni, familiari a carico e altre voci simili assorbono oltre 80 miliardi di euro. Un elenco su cui da tempo si pensa di intervenire è quello sulle detrazioni al 19%. Un elenco che comprende gli sconti fiscali sulle spese sanitarie, sui mutui e su molte altre voci: dalle palestre alle spese funerarie. In tutto valgono 5,4 miliardi di euro. Una delle ipotesi allo studio è quella di legare al reddito lo sconto fiscale. La detrazione del 19% resterebbe piena fino a una cerca soglia (per esempio 30mila euro) per poi decrescere fino ad annullarsi. La decisione finale dipenderà da quanti risparmi effettivi e quantificabili riuscirà a garantire la spending review.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Romano_1939

    28 Settembre 2014 - 22:10

    Seguito a vedere l, ottusita' di questo governo rosso non eletto Ma caricattokomunisti volete tgliere il 19 % per le spese sanitarie allora io non richiedero' più la fattura per le prestazioni mediche quindi chi ci rimette sarà lo stato

    Report

    Rispondi

  • egobz

    25 Settembre 2014 - 18:06

    Bene così io non farò certo più nulla, (non chiederò più la fattura, chiedendo in cambio un congruo sconto oltre a non pagare l´IVA) a chi mi proporrà il pagamento in nero. I tecnici del governo non hanno ancora capito che l´unico modo di far pagare tutti è quello di mettere chi compra e chi vende uno contro l´altro la fattura viene chiesta solo se la si può detrarre almeno al 50/60%.

    Report

    Rispondi

  • vival

    20 Settembre 2014 - 11:11

    Per le cure odontoiatriche, quando la %ale di detrazione sarà uguale allo sconto che proporrà il dentista, si aderirà alla richiesta di pagare in nero. Bell'affare per lo Stato. Dovrebbero invece allargare la base delle spese detraibili.

    Report

    Rispondi

blog