Cerca

Il memorandum

Ucraina, raggiunto un accordo tra Minsk e Russia

Ucraina, raggiunto un accordo tra Minsk e Russia

Dai colloqui di Minsk (Bielorussia) iniziati ieri, 19 settembre, Urcraina e Russia hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco con il duplice obiettivo di creare una zona demilitarizzata. L'accordo inizierà ad essere osservato nel giro di 24 ore.

L'intesa - Dopo circa sette ore di riunione del Gruppo di contatto per l'Ucraina - formato da l'ex presidente ucraino Leonid Kuchma, l’ambasciatore russo Mikhail Zurabov, quattro leader separatisti filorussi e i rappresentanti dell’Osce -, questa mattina è arrivata la conferma di un accordo raggiunto sulla instaurazione di una zona cuscinetto derivato dalla decisione di far indietreggiare l'artiglieria pesante di almeno 15 chilometri. L'ex presidente ucraino, rappresentante di Kiev, ha poi annunciato la firma di un memorandum suddiviso in 9 punti tra i quali emerge il divieto ad avanzare oltre le linee occupate ieri e l'impegno a ritirare i mercenari stranieri (un implicito messaggio a Putin). L'area demilitarizzata che "nascerà" da questa intesa, circa 30 chilometri, sarà sotto la supervisione dell'Ocse, come ha dichiarato Leonid Kuchma.

Domande aperte - Il memorandum ha però lasciato aperte questioni spinose, una fra tutte il futuro status delle regioni dell'est Ucraina. Senza un formale accordo su questo tema, le tensioni possono risuscitare gli scontri sul controllo di quelle terre. Le distese di Donetsk e Luhansk, da dove sono partite le rivolte tra separatisti e ucraini, restano quindi ancora un punto di domanda. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog