Cerca

L'editoriale

Ostaggi nelle città: i veri profughi siamo diventati noi

23 Settembre 2014

6

La notizia è di quelle di solito destinate a finire nelle pagine di cronaca cittadina e neppure tra le primissime. Si tratta di questo. Una ragazza di circa trent’anni che di mestiere fa la conducente di autobus, sabato sera, mentre fa il giro della periferia romana sulla linea 42, viene fermata, lei e il suo autobus, da un gruppo di persone che urlano e premono per salire. Sul mezzo non c’è nessun viaggiatore. Lei si spaventa, perché i tipi hanno l’aria di essere arrabbiati e ubriachi, tiene dunque chiuse le porte e cerca di ripartire. Questi lanciano bottiglie e sassi contro i finestrini e solo per miracolo la giovane non viene colpita ma riesce a rimettere in moto e allontanarsi. Più avanti però il gruppo riprova a tagliarle la strada e ancora una volta lei, sola e spaventata, chiede aiuto alla centrale degli autobus e ad un amico conducente dell’Atac che abita nelle vicinanze e che poi sarà testimone dell’accerchiamento. (...)



Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    25 Settembre 2014 - 14:02

    Maledetto Alfano e Maledetto il Parassita Vaticano che non contento di derubarci ogni anno con sovvenzioni-truffa di ogni tipo, ora questo ''cancro della società civile'' di stupida incivile Cultura Mediorientale vuole anche farci invadere da selvaggi africani e musulmani. RIBELLIAMOCI, BRUTTE PECORE ITALICHE.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    24 Settembre 2014 - 13:01

    la lega di salvini è l'unica con fratelli d'italia che si oppone a questo andazzo, gli altri forza italia (che delusione cocente!) hanno tutti aderito anche indirettamente all'operazione mare nostrum. che si puà definire il FALLIMENTO TOTALE DELLA POLITICA ITALIANA non una decisione decente che vada in porto. un *NAUFRAGIO* continuo un record mondiale di flop consecutivi

    Report

    Rispondi

  • aio_puer

    24 Settembre 2014 - 09:09

    Il nostro futuro è nell'anarchia, dove i gruppi stranieri saranno in lotta fra loro per la supremazia, con il pieno consenso della sinistra, oppure in un governo di destra, autocratico e xenofobo, che perseguirà gli estranei non perfettamente assimilati. Dove ci porterà il pendolo della Storia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media