Cerca

India violenta

New Delhi: bimba di 3 anni stuprata a scuola

New Delhi: bimba di 3 anni stuprata a scuola

In India un nuovo, sconvolgente caso di stupro: una bambina di 3 anni è stata violentata dal titolare di un centro di intrattenimento e di incontro per i bambini. L’uomo è stato arrestato dalla polizia. È accaduto nella località di Hari Nagar. La piccola è tornata a casa sanguinante e sotto shock ed è stata portata immediatamente da un dottore, che ha confermato la violenza sessuale. Il presunto autore della violenza è stato quasi linciato da un gruppo di persone, tra cui i genitori della vittima. A salvare l’uomo dalla furia della folla è stata la polizia, che lo ha arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Secondo la sua famiglia, la piccola di tre anni è stata violentata per tre giorni e anche altre bambine avrebbero subito le stesse violenze. «Per tre giorni è tornata a casa con la stessa espressione sconvolta e quando le abbiamo chiesto cosa fosse successo, ci ha raccontata di essere stata aggredita dal proprietario del centro insieme ad altre bambine», ha raccontato la madre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigin54

    27 Settembre 2014 - 06:06

    E poi la CHIESA e quel rincoglionito di PANNELLA mi dicono che non ci vuole la pena di morte .io lo lascierei nelle mani dei parenti della bambina con l'autorizzazione se vogliono di linciarlo ed ucciderlo uno cosi' non merita pieta' ne compassione .

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    27 Settembre 2014 - 04:04

    E poi i falsi buonisti delle associazioni tipo non toccate caino hanno il coraggio di protestare contro la pena di morte vorrei tanto che queste cose succedessero ai loro figli la polizia in questo caso doveva girarsi dal altra parte e far finta di niente

    Report

    Rispondi

  • er sola

    26 Settembre 2014 - 23:11

    La polizia di tutto il mondo sbaglia, questi mostri vanno lasciati alla folla.

    Report

    Rispondi

blog