Cerca

Tagli alla scuola

Maturità, addio commissari esterni. Così si risparmia un miliardo

Maturità, addio commissari esterni. Così si risparmia un miliardo

Basta commissari esterni. Gli esami di maturità si faranno con i propri professori e così si risparmierà un miliardo di euro. Dal prossimo 17 giugno 2015, infatti, riporta il Corriere della Sera, saranno aboliti i membri esterni (che garantivano l'imparzialità delle prove) e l'esame si svolgerà alla presenza del presidente di commissione e di sei professori interni, cioè quelli che hanno seguito i ragazzi per tutta la loro carriera scolastica.

L'intento però non è pedagogico ma economico: in questo modo infatti si taglierà un miliardo di euro. Del resto ogni commissario esterno prendeva circa 900 euro, a fronte dei 400 percepiti dai membri interni, senza contare le spese di trasferta e altri rimborsi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    31 Maggio 2015 - 18:06

    Dimenticavo. Se il risparmio deve essere fatto per spendere il miliardo appresso a immigrati e Rom, non ci sto!

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    31 Maggio 2015 - 18:06

    Sono pienamente d'accordo solo perché il risparmio di un miliardo di euro mi fa gola. Ma, poiché l'appetito vien mangiando, perché non abolire del tutto gli esami? Tanto per quel che valgono!

    Report

    Rispondi

  • antari

    28 Settembre 2014 - 08:08

    Questa riforma non mi piace. Lo studente bravo e meritevole in passato poteva emergere perche' valutato da una commissione (sperabilmente) neutra. Con questa riforma invece si favoriranno le CAPRE, quelle che sono riuscite a malapena a raggiungere il quinto anno grazie ai regali che il loro babbo (magari imprenditore e vero evasore fiscale) ha fatto recapitare segretamente ai prof del figlio asino

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    27 Settembre 2014 - 22:10

    male..così i raccomandati ed i leccapiedi avranno voti alti, senza una figura super partes , ogni volta che riformano la scuola peggiorano e non per il bene degli studenti, ma sempre per risparmiare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog