Cerca

Attacco dell'Anm

I magistrati contro Renzi: "Più rispetto". Il premier a colloquio con Napolitano

I magistrati contro Renzi: "Più rispetto". Il premier a colloquio con Napolitano

"Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, anche nel corso della popolare trasmissione televisiva Che tempo che fa, andata in onda nella serata del 28 settembre, ha ripetuto affermazioni riguardanti l’azione dell’Anm e il concreto funzionamento degli Uffici giudiziari italiani che non corrispondono alla realtà dei fatti". È quanto rileva "con vivo rammarico" l’Associazione nazionale magistrati.

La precisazione - Da qui la precisazione dell’associazione delle toghe, che si dice "costretta a ricordare a tutti, con estrema fermezza" di non aver "mai dichiarato che l’introduzione di un tetto massimo alle retribuzioni di 240.000 euro annuali sia un attentato alla libertà o all’indipendenza della magistratura. Chi sostiene il contrario - afferma l’Anm - è invitato a dimostrare, una volta per tutte, quando e come l’Associazione avrebbe fatto una simile affermazione".

L’attacco di Bersani - Duro attacco al premier anche da Pier Luigi Bersani che, in un’intervista a Fabio Volo su Radio Deejay, ha detto: "Matteo Renzi ieri su RaiTre ha detto cose anche stravaganti, ragionamenti del tipo: 'siccome abbiamo pochi occupati, e molti disoccupati, togliamo l’art. 18'. In Germania ne hanno di più di occupati, e hanno l’art. 18. Forse viene il dubbio che non c’entri un tubo l’art. 18".

L’incontro con Napolitano - "Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto questa mattina al Quirinale Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi". È quanto rende noto un comunicato della presidenza della Repubblica. Nel corso dell’incontro di questa mattina tra il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, quest’ultimo ha riferito, a quanto si apprende, della sua partecipazione all’assemblea generale delle Nazioni Unite. Il colloquio ha riguardato anche gli sviluppi prossimi dell’attività parlamentare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossini1904

    29 Settembre 2014 - 14:02

    Quarantacinque giorni più le festività, settimanali e non, che ricadono al loro interno, più 5 giorni di festività soppresse fanno circa DUE MESI all'anno di ferie. I Magistrati, cui sta tanto a cuore l'andamento della Giustizia Italiana, dovrebbero di buon grado accettare la riduzione di questo PRIVILEGIO. Donino anche loro, come avvenne 80 fa, l'ORO ALLA PATRIA: UNA MANCIATA DI GIORNI DI FERIE!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    29 Settembre 2014 - 14:02

    Mi sembra strano che l'Anm possa sostenere l'insostenibile! Loro hanno "sempre" detto che lauti stipendi erano necessari per un'indipendenza di giudizio, sottintendendo, probabilmente, che senza questi lauti stipendi avrebbero potuto essere corrotti.Ora si rimangiano tutto perché hanno capito che era un'arma a doppio taglio!!!!!

    Report

    Rispondi

blog