Cerca

Candidato governatore

Emilia Romagna, primarie Pd: vince Stefano Bonaccini con il 60%, affluenza flop

Emilia Romagna, primarie Pd: vince Stefano Bonaccini con il 60%, affluenza flop

Nel deserto del Pd è Stefano Bonaccini a vincere le primarie per il candidato governatore del centrosinistra alla Regione Emilia Romagna per il dopo Errani. Bonaccini, con 34.751 voti, pari al 60,93%, ha sconfitto lo sfidante Roberto Balzani, che con 22.285 voti, si è fermato al 39,07 per cento. Ma la festa per il renziano è limitata: negli 800 seggi allestiti nella regione, complessivamente si sono recati appena 58.119 cittadini, vale a dire poco più di un terzo dei 155mila che avevano partecipato alle primarie per i parlamentari del 30 dicembre 2012 e "meno degli iscritti al partito", come ha sottolineato lo stesso Balzani.

L'ombra dell'inchiesta sulle spese pazze - "Era la prima volta che si votava solo a livello regionale e non nazionale e in 15 giorni abbiamo dovuto impostare la nostra campagna elettorale", ha commentato Bonaccini ad Agorà (Raitre) lunedì mattina, mostrando comunque soddisfazione. "In queste condizioni avere portato 60mila persone a decidere di dovesse essere il loro candidato non è poco - ha continuato -, dato che altre forze politiche decidono solo sulla base di pochissime preferenze su web". "Le vicende giudiziarie poi non hanno certo aiutato - ha aggiunto Bonaccini, per cui è stata chiesta l'archiviazione in relazione all'accusa di peculato per le spese pazze in consiglio regionale -, ma io ho sempre detto che ho fiducia nella giustizia e non credo nella giustizia a orologeria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    30 Settembre 2014 - 17:05

    A parte il fatto che almeno il PD le primarie le fa e si sceglie i candidati, contrariamente a Farsa Italia dove li impone la Pascale e Dudù (Burlesque è oramai stracotto, evaporato). faccio notare ai maldestri qui postanti che le primarie sono un fatto interno di una associazione privata, di interesse dei propri soci iscritti e non di altri ad essa estranei. Quindi, di cosa vi scaldate?

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    30 Settembre 2014 - 12:12

    Non è un problema del PD , tutta la politica ha espresso i suoi valori negativi e il cittadino si è stancato di parole senza risultati, o meglio dei risultati negativi che vediamo da sempre.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    30 Settembre 2014 - 11:11

    è iniziata la parabola discendente del pd se nessuno di loro vota i suoi candidati significa solo una cosa che la politica viene associata al ladrocinio. nessun candidato sembra credibile e 60.000 voti raccogliticci in una regione rossa come l'emilia equivale a un clamoroso fallimento anche il cdx ha poco da rallegrarsi. l'erede di berlusconi ha ancora da nascere *politicamente*

    Report

    Rispondi

  • tiumario

    30 Settembre 2014 - 10:10

    festeggiano eccome loro se la ridono alla faccia nostra . Avrei messo un po' di soda caustica nelle bottiglie questi animali son non sono degni nemmeno di un commento , povera Italia siamo messi proprio bene ma beneeeeeeee.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog