Cerca

Riabilitato dopo 17 anni

Il caso Marta Russo, Giovanni Scattone ritorna ad insegnare in un liceo

Il caso Marta Russo, Giovanni Scattone ritorna ad insegnare in un liceo

Scontata la pena, ritorna a lavorare. E' Giovanni Scattone, l'ex assistente universitario condannato a cinque anni e quattro mesi per la morte della studentessa Marta Russo, uccisa da un colpo di pistola nel 1997. Nei giorni scorsi è stato riabilitato come supplente di storia e filosofia al liceo scientifico "Cannizzaro" sempre di Roma. La notizia, diffusa per prima dal Messaggero, ha destato non poche polemiche e nervosi imbarazzi.

Le voci del liceo - Come ha riferito il dirigente dell'istituto, il professor Antonino Micalizi, Scattone è stato riassunto dalla pubblica amministrazione e con questo nessuno deve istigare tensioni. "Si sopravvive tranquillamente" dichiara il preside, "c’è serenità a scuola. Come sia stato accolto dai genitori non so ma non c’è stata alcuna forma di manifestazione per ora. Si tratta di una strana avventura ma penso che Scattone possa come docente avere la capacità di catalizzare l’attenzione. Per me è un docente che è arrivato in questa scuola, rispetto tutti alla stessa maniera. Avrei evitato questa circostanza ma se è stato reintegrato nella pubblica amministrazione, non sarò io a fare battaglie". Il Messaggero però racconta di un clima se non di odio, certo di leggera diffidenza: Scattone è da alcuni docenti evitato, si temono anche per le reazioni degli studenti. Già nel 2011 il professore si era trovato nella condizione di rifiutare l'incarico anche a seguito delle proteste generatesi nella scuola e dichiarando in un messaggio che "la cupa atmosfera si ripercuote sulla serenità degli studenti". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stefano.bright

    02 Ottobre 2014 - 16:04

    Secondo me non era colpevole. Non aveva movente, ma altri invece potevano averlo...

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    02 Ottobre 2014 - 07:07

    Darà lezioni di tiro alla pistola.

    Report

    Rispondi

  • encol

    02 Ottobre 2014 - 06:06

    Avrà la tessera-

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    01 Ottobre 2014 - 19:07

    Siamo alle solite, in Italia i delinquenti sono portati alle stelle, quei fessi che fanno una faticaccia a stare al mondo secondo le regole, vanno semplicemente perseguitati. Complimenti.

    Report

    Rispondi

blog