Cerca

Caviglie rotte

Il "tacco cubano" mette ko il leader della Corea del Nord

1
Il "tacco cubano" mette ko il leader della Corea del Nord

Da un mese, il leader nordcoreano Kim Jong-un non appare più in pubblico. Secondo l'emittente nazionale Kctv, si tratta di una normale indisposizione. Secondo indiscrezioni, Kim sarebbe invece ammalato di gotta: colpa della sua "passione smisurata" verso i formaggi svizzeri. A rilanciare una nuova ipotesi sull'indisposizione del leader di Pyongyang è però stato il Chosun Ilbo: Kim Jong-un avrebbe subito una frattura di entrambe le caviglie, e sarebbe quindi stato costretto a sottoporsi ad un doppio intervento chirurgico.

A costare caro a Kim Jong-un, secondo il Chosun Ilbo, sarebbe stato il cosiddetto "tacco cubano": quello spessore che viene inserito all'interno della scarpa, sotto il tallone, per aumentare centimetri al tacco reale. E' stato un funzionario dell'intelligence di Seul, rimasto anonimo, a rivelarlo: Kim si sarebbe slogato la caviglia destra durante le numerose visite a fabbriche e basi militari, e, già in notevole sovrappeso, avrebbe sottovalutato l'infortunio. La situazione si è poi aggravata, tanto che Kim-Jong-un si è fratturato entrambe le caviglie, e tuttora si trova ricoverato nella clinica Bonghwa, situata nella capitale della Corea del Nord, dove è stato operato. La struttura è presidiata da numerose guardie del corpo e funzionari.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chry

    02 Ottobre 2014 - 14:02

    saranno dispiaciuti Salvini e Razzi

    Report

    Rispondi

media