Cerca

Caviglie rotte

Il "tacco cubano" mette ko il leader della Corea del Nord

Il "tacco cubano" mette ko il leader della Corea del Nord

Da un mese, il leader nordcoreano Kim Jong-un non appare più in pubblico. Secondo l'emittente nazionale Kctv, si tratta di una normale indisposizione. Secondo indiscrezioni, Kim sarebbe invece ammalato di gotta: colpa della sua "passione smisurata" verso i formaggi svizzeri. A rilanciare una nuova ipotesi sull'indisposizione del leader di Pyongyang è però stato il Chosun Ilbo: Kim Jong-un avrebbe subito una frattura di entrambe le caviglie, e sarebbe quindi stato costretto a sottoporsi ad un doppio intervento chirurgico.

A costare caro a Kim Jong-un, secondo il Chosun Ilbo, sarebbe stato il cosiddetto "tacco cubano": quello spessore che viene inserito all'interno della scarpa, sotto il tallone, per aumentare centimetri al tacco reale. E' stato un funzionario dell'intelligence di Seul, rimasto anonimo, a rivelarlo: Kim si sarebbe slogato la caviglia destra durante le numerose visite a fabbriche e basi militari, e, già in notevole sovrappeso, avrebbe sottovalutato l'infortunio. La situazione si è poi aggravata, tanto che Kim-Jong-un si è fratturato entrambe le caviglie, e tuttora si trova ricoverato nella clinica Bonghwa, situata nella capitale della Corea del Nord, dove è stato operato. La struttura è presidiata da numerose guardie del corpo e funzionari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chry

    02 Ottobre 2014 - 14:02

    saranno dispiaciuti Salvini e Razzi

    Report

    Rispondi

blog