Cerca

La protesta

Vertice Bce a Napoli, corteo Block Bce in rivolta. Carica delle forze dell'ordine: scontri e lacrimogeni

Vertice Bce a Napoli, corteo Block Bce in rivolta. Carica delle forze dell'ordine: scontri e lacrimogeni

Scontri e violenza a Napoli, dove si è aperto in mattinata il vertice della Bce. Migliaia di manifestanti - circa quattromila, secondo gli organizzatori - sono scesi in piazza per protestare contro il vertice, al grido di "Block Bce". In testa al corteo si trovano persone con caschi indosso: all'altezza del tribunale minorile, dal gruppo di manifestanti sono partiti petardi e fumogeni, così come accaduto in via Colli Aminei, contro la vetrina del banco di Napoli. In apertura del corteo. anche persone con la maschera di Pulcinella.

La carica delle forze dell'ordine - I manifestanti hanno chiesto alle forze dell'ordine di unirsi al corteo, ma la polizia ha deciso di azionare gli idranti, assieme all'uso dei lacrimogeni, per disperdere il corteo. Un manifestante è stato fermato perché ha tentato di scavalcare il muro della reggia: la situazione è di grande tensione, con diversi striscioni di protesta e cittadini che stanno applaudendo il corteo. "No Bce, no austerità", "precarietà, povertà, disoccupazione, speculazione: liberiamoci della Bce".

Davide Bifolco - Gli slogan dei manifestanti sono anche per il ragazzo di 17 anni ucciso da un carabiniere qualche settimana fa, durante un inseguimento nel rione Traiano di Napoli. Dai balconi del capoluogo partenopeo, stanno arrivando applausi all'indirizzo del corteo di protesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    03 Ottobre 2014 - 12:12

    ll popolo comincia a muoversi, questo è il lato positivo della manifestazione, poi sarà un coro generale e Salvini con la bandiera di Giussano , guiderà il popolo alla riscossa. Facciamo presto.

    Report

    Rispondi

  • massimo1954

    02 Ottobre 2014 - 17:05

    Ma perché continuare a fare questi incontri nelle città che servono a ben poco se non,a far guadagnare chi ci lavora con i catering organizzazioni e alberghi.Che li facciano su una nave da crociera in mezzo al Mediterraneo.Spero che il G7 che sarà organizzato dall'Italia nel 2017,non venga fatto a Firenze come ventilato o,in altre città d'arte.

    Report

    Rispondi

  • sirjoe

    02 Ottobre 2014 - 14:02

    che schifo

    Report

    Rispondi

blog