Cerca

Controsorpasso sul Portogallo

Ranking Uefa, Italia torna quarta: merito dei successi in Europa League

Ranking Uefa, Italia torna quarta: merito dei successi in Europa League

Che qualcosa nel ranking stia cambiando? Presto per parlare di rinascita, ma un’inversione di tendenza s’intravvede. L’Italia ha effettuato il controsorpasso sul Portogallo, ritornando al 4° posto appena perso. E nella classifica stagionale – coppe 2014-15 – è la nazione che ha fatto più punti: più di Inghilterra, Spagna e Germania. Non succedeva da tempo. Non è finita: solo noi abbiamo conservato il contingente di inizio torneo, 6 club ancora tutti in corsa, mentre gli altri hanno perso per strada almeno un "pezzo". Merito, soprattutto, del nuovo approccio all’Europa League.

Ranking stagionale - Proprio così. Le classifiche dei 12 gruppi spiegano quasi tutto. Fiorentina, Napoli e Inter hanno conquistato 6 punti (2 successi su 2). Il Torino è a quota 4. Distanza abissale rispetto alle precedenti stagioni nelle quali l’Euroleague era vissuta come un fastidio tra un turno di campionato e l’altro. Anche dalla Champions le notizie in arrivo non sono negative: tra Juve e Roma 2 successi, un pari e la sconfitta di Madrid, e buone possibilità di passare il turno. Oggi l’Italia, con un coefficiente stagionale di 5,67, ha messo in riga tutte, Spagna, Germania, Inghilterra, per non dire Francia (sotto di quasi 1,5 punti) e Portogallo (quasi 2).

Ranking assoluto - La classifica stagionale influenza quella assoluta, la più importante perché determina i posti nelle coppe. Il distacco dal Portogallo è stato colmato in due mesi e ora siamo tornati al 4° posto, con 1,1 punti più dei rivali (abbastanza a corto di risultati negli ultimi tempi). Tra le inseguitrici, corre la Russia, ma la distanza dall’Italia è ancora di massima sicurezza. Come notevolissima, purtroppo, è la differenza con chi ci precede, cioè la Germania, ancora 11 punti sopra. Per tacere di Spagna e Inghilterra.

Bonus da podio - Ritornare sul podio significherebbe recuperare una squadra in Champions (4 invece di 3) e avvalersi di un bonus appena introdotto. Bonus che riguarda le coppe che dal prossimo triennio sono abbastanza ricche di novità. 1) I contratti sono aumentati di circa il 30% portando il montepremi club oltre il miliardo. 2) Al sorteggio di Montecarlo, in prima fascia coi detentori ci saranno i campioni dei 7 campionati più importanti in base al ranking. 3) Alla Champions parteciperà la vincente dell’Europa League. Ebbene, nel caso la vincente non si fosse qualificata per la Champions, toglierebbe un posto (in Italia, per esempio, farebbe retrocedere la 3° del campionato in Europa League): ma questo non vale per le prime 3 del ranking che avrebbero il diritto di aggiungere una quinta squadra alle 4 già ammesse di diritto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog