Cerca

Il caso di Jason Garnett

Inghilterra: erezione permanente di 17 ore, 24 iniezioni non bastano per fermarlo

Inghilterra: erezione permanente di 17 ore, 24 iniezioni non bastano per fermarlo

Una notte di sesso con un'amica si è trasformata in una giornata decisamente fastidiosa e imbarazzante per Jason Garnett, 23 anni, dipendente di un albergo di Harrogate, nella contea inglese del Nord Yorkshire. Dopo la nottata hot, Garnett si è svegliato con l'"inconveniente" e, nel corso della mattinata, non è riuscito a fermare la propria erezione. Ha quindi provato a fermarla con il ghiaccio e con il jogging, ma entrambi gli esperimenti sono falliti: solo qui ha capito che il problema era davvero serio, e si è recato in ospedale.

La diagnosi - I medici gli hanno diagnosticato una forma di priapismo, una rara condizione che non è causata dal desiderio sessuale, ma che può danneggiare il pene se non curata. I dottori hanno medicato l'organo con ventiquattro iniezioni, e soltanto dopo diciassette ore l'erezione permanente si è conclusa. "E' stata un'esperienza orribile - ha affermato Jason Garnett - ma l'importante è che ora sto bene".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Logmain

    07 Ottobre 2014 - 17:05

    C'è poco da scherzarci sopra. Avrebbe potuto andargli l'organo sessuale in cancrena. Immagino che ora avrà paura possa risuccedegli al prossimo eccitamento.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    07 Ottobre 2014 - 16:04

    Tutto è pene quel che finisce pene...

    Report

    Rispondi

blog