Cerca

Cina

Spaghetti con l'oppio: il ristorante droga i clienti per farli tornare

Spaghetti con l'oppio: il ristorante droga i clienti per farli tornare

Arriva dalla città di Yan'an, nella provincia settentrionale dello Shaanxi in Cina, uno strano metodo culinario per fidelizzare i clienti. Un ristoratore avrebbe infatti servito noodles all’oppio nel suo locale per garantirsi una clientela felice e ben disposta a tornare.

La scoperta della truffa - La situazione sarebbe probabilmente andata avanti, se un malcapitato 26enne, da poco terminato il pasto presso il ristorante in questione, non fosse stato fermato da un controllo della polizia stradale, che, dopo averlo sottoposto alle dovute analisi, lo ha trovato positivo alla sostanza oppiacea e portato in carcere per ben 15 giorni. Il rilascio è avvenuto soltanto dopo che alcuni membri della famiglia del giovane, increduli quanto lui per gli esiti dell'esame, si sono recati nello stesso ristorante, dove hanno mangiato i famosi spaghetti all'oppio. Dopodiché sarebbero autonomamente andati in ospedale per le analisi dell'urina, che avrebbero dato esito positivo all'oppio. Svelato il misfatto, il ragazzo è stato rilasciato e il ristoratore condannato per spaccio e truffa aggravata.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog