Cerca

L'idea

Arriva la piattaforma per fare affari affittando le camere di casa propria

Arriva la piattaforma per fare affari affittando le camere di casa propria

Con l’arrivo di Expo e di altri grossi eventi, affittare una camera del proprio immobile in città come Milano, Roma, Firenze e Venezia, può diventare un vero e proprio business per famiglie, single e persone non più giovanissime che possono arrotondare le entrate economiche a fine mese. Tra i proprietari degli immobili, però, ci sono ancora molti dubbi su come mettere a disposizione dei viaggiatori gli spazi di casa propria: BedyCasa dà qualche consiglio utile per poterlo fare nel modo corretto.

Se il lavoro non c’è, affitto il mio alloggio - Così per molti, tra chi è senza un’occupazione, chi guadagna troppo poco, e anche chi, avanti con l’età, cerca di integrare la pensione, diventare ospitante mettendo a disposizione una camera, si è trasformata in una vera e propria opportunità con cui arrotondare le entrate economiche a fine mese. Affittare una camera del proprio immobile per tanti è diventato un vero e proprio business, soprattutto in quelle città, come Milano, Roma, Venezia, Firenze, dove i grossi eventi non mancano. Basti pensare a Expo e all’affluenza di stranieri provenienti da tutto il mondo che non solo si riverseranno su Milano, ma su tutta Italia. Dai dati di BedyCasa, www.bedycasa.it , piattaforma on line che permette a viaggiatori ed ospitanti di tutto il mondo di essere messi in relazione tra di loro, in un mese, in una città come, appunto, Roma o Milano, in media un ospitante può riuscire a guadagnare 1250 euro all’anno; alcuni di loro riescono ad arrotondare anche fino a 500 euro nette al mese.

"Entrate davvero interessanti" - “Se si ha una camera libera in casa perché non renderla disponibile mettendola in affitto a viaggiatori di passaggio, a studenti, a turisti, fare nuovi incontri, aumentando allo stesso tempo il proprio potere d’acquisto?!” commenta Chiara Del Vecchio, country manager di BedyCasa. “Se si vive nelle città più grosse o in quelle in cui si svolgono fiere, mostre ed eventi importanti, le entrate possono davvero essere interessanti. Per esempio, per il Salone del Mobile di aprile, stiamo già da tempo ricevendo richieste di prenotazioni”.

"Aumento del 50% in un anno" - BedyCasa stima che la percentuale di coloro che sceglieranno di mettere in affitto una porzione del proprio immobile nei prossimi mesi crescerà del 50% rispetto allo scorso anno: “Già solo dai nostri numeri, stiamo notando che questo trend è in aumento. Stiamo, infatti, assistendo, in particolar modo in Italia, ad una considerevole crescita degli annunci inseriti sul nostro portale”, continua Chiara Del Vecchio. “Ogni anno il numero di nuovi iscritti raddoppia: dallo scorso anno ad oggi, le prenotazioni sono aumentate del 75%, l’offerta degli alloggi del 28%, gli iscritti del 145%”. Tra i proprietari di casa che intraprendono questa strada, però, non mancano dubbi su garanzie, contratti e sicurezza.

Qualche consiglio - “Riguardo agli aspetti fiscali relativi alle locazioni brevi, se ad affittare l'immobile, in genere ammobiliato, è una persona fisica, non è necessario aprire la partita Iva”, spiega Elena Marchetti, dottoressa commercialista titolare dello Studio Marchetti di Milano. “Per gli affitti di breve periodo, cioè di durata complessiva nell’anno non superiore a 30 giorni, non c’è l’obbligo di registrazione in termine fisso, e ai fini della tassazione il locatore indica gli importi percepiti a titolo di canone di locazione (con esclusione quindi dei rimborsi per altre spese, ad esempio per le utenze) nella sua dichiarazione dei redditi. E' possibile valutare, qualora ne ricorrano le condizioni, la convenienza di tassare tali redditi mediante l'applicazione della cedolare secca”. Possono mettere a disposizione una stanza sia famiglie, coppie, sia single, ma anche persone non più giovanissime: è un ottimo modo per aumentare le proprie entrate e “viaggiare a domicilio”.

Quali sono i criteri per mettere in affitto uno o più camere di casa propria? - 1) Proporre una parte della propria abitazione come alloggio temporaneo per il viaggiatore; 2) Non avere precedente penali e civili; 3) Assicurarsi che l’alloggio si trovi in una zona sicura; 4) Offrire una o più camere ben tenute, pulite e confortevoli; 5) Assicurarsi che il proprio alloggio sia conforme alle norme di sicurezza (in materia di incendi) e di igiene; 6) Includere la colazione; 7) Ammobiliare la zona riservata al viaggiatore; 8) Osservare le regole basilari di cortesia per il proprio ospite; 9) Ogni prenotazione da diritto a chi prende in affitto la camera di ottenere una ricevuta da parte dell’ospitante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    11 Ottobre 2014 - 22:10

    Non è vero niente...sono iscritto ma non funziona !

    Report

    Rispondi

blog