Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Canzoni stonate

Ferrara si traveste da Boccassini,
pronto un rap per "salvare" Berlusconi

L'Elefantino dopo aver scritto una lettera al pm ora ci prova con un pezzo musicale. Presto il video sarà online. Il direttore del Foglio canterà per convincere Ilda "la rossa" ad assolvere il Cav

Ferrara si traveste da Boccassini,
pronto un rap per "salvare" Berlusconi

Giuliano Ferrara con parrucca e occhiali. L'Elefantino si prepara a sbarcare sul web con un rap tutto dedicato a Ilda Boccassini. Il direttore de Il Foglio non deve aver gradito tanto la requisitoria del pm contro Silvio Berlusconi nel processo Ruby. Ferrara ora vuole dire la sua a suon di rap. Fabri Fibra, Marracash, e l'Elefantino. Un coro per dire basta alla persecuzione del Cav. Insomma la fase delle promesse di suicidio è passata. Dopo aver invocato l'autolesionismo se la Bonino fosse finita al Colle, ora Ferrara usa la musica per convincere la Boccassini. L'ultimo tentativo non è andato bene.



La lettera alla Boccassini -
 L'Elefantino aveva scritto una lettera al pm: "Gentile dottoressa Boccassini, signore giudici della Corte giudicante nel processo Ruby. L'etica della convinzione dice che bisogna mandare al diavolo le conseguenze delle proprie azioni: condannate Berlusconi per concussione e per prostituzione minorile, poi menerete il vanto di aver applicato la legge, uguale per tutti, all'ombra minacciosa di un potente. Sarete fiere di aver superato le trappole del legittimo impedimento e gli incerti della prescrizione, peraltro assai lontana, orgogliose di aver definito come inquinato da peccato e reato un intero ambiente di feste, regali e ammiccamenti più o meno burleschi alle gioie o agli incanti o ai vizietti di vite private, vite degli altri. E le indagini azzardate, borderline, con le intercettazioni, gli origliamenti, i pedinamenti, le foto rubate, le testimonianze hardcore, tutto questo lo farete entrare a viva forza negli annali della buona giustizia, esercitata in nome del popolo italiano. (...) Io sono amico del Cav e mi sento coimputato. Più volte gli ho chiesto di scusarsi. Ma ora giudicatelo con quella che Natalia Ginzburg chiamava la 'vera giustizia'". Così ha scritto lo scorso 28 aprile Ferrara. Ma la Boccassini è andata per la sua strada. Basterà un rap per calmare Ilda la rossa? (I.S)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • melamatura

    16 May 2013 - 14:02

    Caro Ferrara per quello che fa, mille grazie.

    Rispondi

  • mrt41

    15 May 2013 - 17:05

    Per me Ferrara è completamente rincoglionito!

    Rispondi

  • somipa

    15 May 2013 - 17:05

    Ecco un altro show del camaleontico elefantone che da sinistra è passato a destra senza mettere la freccia e travolgendo ogni principio etico professionale/morale, chissà quale ispirazione divina l'avrà mai spinto a cambiare casacca.Quanto detto è giusto per inquadrare la personalità di questo signore che dopo lo show delle uova tirate in faccia a Benigni virtuali durante una trasmissione televisiva, questo povero Direttore come un buon padre di famiglia,dopo aver allora imbrattato il monitor del suo TV ora si diverte a travestirsi da Boccassina è mai possibile che nessuno dei suoi amici non gli diano buoni consigli, allora te lo dico io un suggerimento caro elefantino torna a fare il tuo lavoro in modo professionale come tutti i tuoi colleghi, Giordano, Belpietro, Sallusti ,Zucconi ecc e queste burlonate lasciale fare ai comici professionisti quelli si ke sanno far ridere, mentre te incuti solo miseria e disperazione.

    Rispondi

  • aresfin

    15 May 2013 - 16:04

    Vedo che ti piace molto la parola "IDIOTA", naturalmente da appiccicare sempre agli altri, a chi non la pensa come te, ma credo invece che sia il vocabolo giusto da applicare a grandi lettere al tuo nome. Oltre a IDIOTA aggiungo PIRLA, sei ridicolo e patetico, sicuramente sei un Komunista..........

    Rispondi

Mostra altri commenti

blog