Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

Ensi lancia il suo "Rock Steady"

Ensi lancia il suo "Rock Steady"

Nuovo disco. Punta a sancire un nuovo grado di maturazione professionale “Rock Steady”, il nuovo disco di Ensi, rapper torinese che condivid......

 
Ed Sheeran prepara la svolta dance

Ed Sheeran prepara la svolta dance

L'annuncio. Ed Sheeran si prepara a pubblicare la sua prima canzone di musica dance realizzata insieme al produttore Martin Garrix. Il canta......

 
Tinie Tempah in cerca d'amore

Tinie Tempah in cerca d'amore

In cerca d'amore. Tinie Tempah potrebbe innamorarsi molto presto. Il rapper di “Pass Out”, che in passato ha avuto una relazione con Jessie ......

 

ascolta ora

Radio 105

Le autorità: "Rischio elevato"

No-Tav, maxi-corteo a Roma il 19 ottobre

Annunciato un maxi-corteo contro la precarietà, proprio nel giorno in cui il Tribunale di Milano decide sul ricalcolo dell'interdizione di Berlusconi

No-Tav, maxi-corteo a Roma il 19 ottobre

Gli scontri tra la Polizia e i manifestanti

I No-Tav scendono in piazza: lo faranno a Roma il 19 ottobre per protestare contro l'austerity e la precarietà. Al grido di "mobilitazione", i militanti raccolgieranno il sostegno delle sigle movimentiste e faranno di tutto per far sentire la loro voce tra le strade della Capitale. Tutto questo il giorno in cui la Corte d'Appello di Milano si riunirà per ricalcolare l'interdizione dai pubblici uffici di Silvio Berlusconi. Il mix, tra le critiche all'economia e le pulsioni contro il berlusconismo, potrebbe essere caldo e scoppiettante: le autorità spiegano che il rischio di scontri è molto elevato. 

Le bandiere - "Il 19 ottobre vogliamo dare vita ad una sollevazione generale", spiegano i No-Tav, e l'obiettivo è quello di mettere fianco a fianco "chiunque si batte per affermare i propri diritti e per la difesa dei territori". Gli antagonisti mirano all'adesione di precari, esodati, sfrattati, migranti e rifugiati, perché in piazza, ad ottobre, manifesteranno anche contro quella "nuova guerra 'umanitaria' dalle conseguenze incalcolabili". Per la buona riuscita della manifestazione non è stato escluso nessuno dei temi importanti che resistono sul tavolo della politica. Tutto fa brodo ed è vietato lasciarsi scappare qualche bandiera. 

Settimana di fuoco - Sarà un sabato romano incandescente quello del 19 ottobre, ma il vero rischio è che l'intera settimana venga segnata dalla minaccia dell'attivismo estremista. "La manifestazione del 19 ottobre - continuano i No-Tavb - giungerà al culmine di una settimana di mobilitazioni, dentro e fuori il paese". La volontà è quella di "rovesciare il ricatto della precarietà e dell’austerity in processo di riappropriazione collettiva. Per rilanciare un movimento che affermi l’unica grande opera che ci interessa: casa, reddito e dignità per tutt*!" (e lo scrivono proprio con quell'asterisco che fa tanto politicamente corretto). 

Ferro e fuoco - Difficile immaginare la portata del corteo. Di certo i manifestanti che attraverseranno le strade della Capitale saranno tanti e infuriati. La speranza è quella di una prtesta civile, ma alcuni dei gruppi che promuovono l'ìniziativa, in passato, sono stati protagonisti di violenze proprio a Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    12 September 2013 - 15:03

    Famo una bella stazione finta o entrata per Roma deviata , per quella bellissima chiatta che porta tutta sta gente che non c'ha un cazzo da fare il Sabato che romper e i coglioni. Pultroppo dopo lo sfacelo dell'ultima volta ,nessuno crede che staranno solo a sventolare le solite bandiere e insultare governo polizia e Berlusca.... Speriamo che piova fitto,

    Rispondi

  • Tobyyy

    10 September 2013 - 12:12

    Un conto è dire no-tav ed un altro invece è dire braccio armato del Pd...! Scherziamo ? Cosa direbbe l'opinione pubblica...guai...ma sono sempre della stessa specie...! Fosse per me, farei uno scambio provvisorio: per ogni africano clandestino che arriva nel nostro (...?) Paese, spedirei uno di questi delinquenti, a nuoto con squali bianchi affamati al seguito, al suo posto, dopodiché, rispedirei indietro anche il clandestino con lo stesso francobollo... assieme a quei giudici comunisti che per Berlusconi hanno fatto miracoli per condannarlo senza motivo, mentre per questi delinquenti violenti che distruggono tutto come i barbari, fanno finta di niente....!

    Rispondi

  • grath2005

    10 September 2013 - 11:11

    ai giudici di prendere i nomi di tutti i poliziotti in servizio ... così fanno come a Genova, arrestano i poliziotti e lasciano liberi tutti quelli che hanno distrutto la città.

    Rispondi

  • mistereaster

    10 September 2013 - 11:11

    cazzo..

    Rispondi

Mostra altri commenti