Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Le modifiche

Legge di stabilità, emendamento Pd: basta pagamenti d'affitto in contanti

Alla Camera i dem cambiano tutto: misure anti-evasione sui canoni, pensioni rivalutate, mano "morbida" sui capitali all'estero

Legge di stabilità, emendamento Pd: basta pagamenti d'affitto in contanti

Niente pagamento degli affitti in contanti: è la misura introdotta nella legge di stabilità grazie ad un emendamento del Pd e approvato dal governo. Secondo la modifica proposta da Marco Causi, capogruppo democratico in commissione Finanze della Camera, insieme ai colleghi Laura Braga e Davide Baruffi, "i pagamenti riguardanti canoni di locazione di unità abitative, fatta eccezione per quelli di alloggi di edilizia residenziale pubblica, devono essere corrisposti obbligatoriamente, quale ne sia l'importo, in forme e modalità che escludendo l'uso del contante e ne assicurino la tracciabilità anche ai fini della asseverazione dei patti contrattuali per l'ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali da parte del locatore e del conduttore". Saranno i singoli Comuni ad avere l'onere del "monitoraggio" utilizzando gli strumenti previsti dal "registro di anagrafe condominiale e civile". 

Pensioni rivalutate - Sempre un emendamento del Pd, firmato dal relatore Maino Marchi in commissione Bilancio, prevede un aumento della rivalutazione fino al 95% per le pensioni tra 1.500 e 2.000 euro (quelle 
3 volte il minimo e inferiori a 4 volte il minimo), rispetto al 90% previsto attualmente dalla legge di stabilità. Per le pensioni superiori ai 3.000 euro (6 volte il trattamento minimo) la rivalutazione sarebbe attiva solo a partire dal 2015 e 2016. 

Capitali all'estero - Nella legge di stabilità al vaglio del Parlamento si profilano modifiche anche per quanto riguarda i capitali all'estero. L'obiettivo di Pd e governo è quello di aumentare le risorse "di ritorno" per finanziare il Fondo taglia-cuneo nel 2014 oppure il rimborso dei "debiti commerciali in conto capitale a agli investimenti anche per gli enti territoriali". Per questo una bozza di emendamento prevede sanzioni ridotte e niente carcere per i "delitti di dichiarazione infedele", con manette che scatteranno solo nei casi più gravi, a cominciare dalle dichiarazioni fraudolente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sentinella f

    13 December 2013 - 18:06

    Spero presto la tracciabilità delle spese degli enti pubblici: comuni, asl, inail, inps, regioni e anche altri tipo camera di commercio e tutto ciò che ha finanziamento pubblico...finmeccanica, soprattutto degli stipendi di A.D. che nonostante lasciano le casse vuote escono con le loro valigie piene di tesori.

    Rispondi

  • babbone

    13 December 2013 - 18:06

    Qualcuno dica a questi dementi che coloro i quali affittano le abitazioni a nero continueranno ad affittarle a nero e continueranno a riscuotere a nero come hanno sempre fatto. Questi individui sanno solamente aumentare le tasse, come ho sempre detto con il pensiero non arrivano più lontano del proprio naso.

    Rispondi

  • operalnero

    13 December 2013 - 18:06

    Oltre al tuo vivo ,sadico compiacimento per il veder complicata la vita dei cittadini,non ti rendi conto che se si affitta in nero non si pone assolutamente il problema della modalità del pagamento,che invece riguarda solo le persone oneste.Ti è entrato il concetto in quella bella testa trinariciuta? O vuoi continuare a incartarti sul fatto che ogni studente deve necessariamente possedere un conto solo per far contento te,che hai deciso che così dev'essere

    Rispondi

  • Angeli1951

    13 December 2013 - 17:05

    Solo un demente può pensare di risolvere il problema degli affitti in nero con i "sistemi tracciabili"; ma solo un parassita disonesto può pretendere un pizzo per le banche (gestite dalle fondazioni greppia immondo dei politicanti MPS per esempio) su ogni transazione economica.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Shopping

blog

Tommaso Labranca
Luoghi comuni per gente comune

Forza Chiara!

di Tommaso Labranca