Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Aigner: "Scudetto 06 all'Inter? Una decisione di Guido Rossi"

Il 'saggio' consultato per Calciopoli: "Dovevamo solo stabilire se si poteva riassegnare titolo. Colpe non di una squadra sola"

Aigner: "Scudetto 06 all'Inter? Una decisione di Guido Rossi"
"Io non ho mai detto che l'Inter dovesse essere campione d'Italia. La decisione di assegnare lo scudetto è stata di Guido Rossi. Il commissario ha fatto il massimo per tutelare il calcio italiano. Poi, non so se era veramente convinto che l'Inter meritasse il titolo". A riaccendere la polemica, mai veramente sopita, sul titolo del 2006 è Gerhard Aigner, uno dei tre saggi consultati dalla Figc nell'estate di cinque anni fa, allo scoppio di Calciopoli (gli altri due erano Massimo Coccia e Roberto Pardolesi). Quel titolo, revocato alla Juventus e assegnato a tavolino ai nerazzurri, oggi, è tornato in discussione dopo l'esposto presentato dalla Juve. In un'intervista al Corriere della Sera, l'ex presidente della Figc Franco Carraro ha detto che Rossi "forse sull'assegnazione del titolo è stato mal consigliato dai suoi esperti", "che non conoscevano il calcio. O meglio, dei tre solo Gerhard Aigner lo conosce, ma non ha grande sensibilità politica". La risposta di Aigner è categorica: "Noi dovevamo verificare se gli statuti e i regolamenti di Uefa, Figc e Lega davano la possibilità di creare una classifica dopo la penalizzazione di alcune società - spiega a Aigner a SkyTg24 -. Secondo le norme, c'era questa possibilità e ci siamo limitati a dire questo". Aigner, ex segretario generale della Uefa, precisa: "Dovevamo dire sì o no: dovevamo dire se il commissario aveva la possibilità una classifica diversa. L'obiettivo era presentare una lista di squadre da iscrivere alle Coppe europee. La nostra risposta è stata positiva. Noi con Rossi non abbiamo mai parlato di Inter o di altre società, la decisione di assegnare lo scudetto è stata di Guido Rossi".

Nuovi elementi - La decisione di Rossi creò, al tempo, polemiche infinite. Anche perché, ricordarono i maligni, Rossi era stato membro del Cda dell'Inter e per alcuni non era uomo super partes. Aigner, però, lo difende: "Il commissario ha scelto di indicare un campione e probabilmente lo ha fatto per dare maggiore sicurezza al calcio italiano davanti alla Uefa. Rossi ha fatto il massimo per proteggere gli interessi del calcio italiano in sede internazionale. Poi, non so se era veramente convinto che l'Inter meritasse il titolo". A cambiare le carte in tavola è intervenuto il processo penale a Napoli, con nuovi elementi a carico dei nerazzurri. "Nel 2006 non c'erano - commenta Aigner -. La decisione del 2006 era basata sulla nostra opinione e la decisione era giusta in base agli elementi disponibili. Era chiaro che il campionato non era regolare, c'era il pericolo di influenza sugli arbitri. C'era una situazione generale, c'erano le responsabilità delle squadre che avevano deciso di creare una struttura 'sbagliata'. Certe società hanno agito per proteggersi".

Struttura sbagliata - La struttura sbagliata di cui parla Aigner era quella per cui, nel calcio italiano di allora, "i club e la Lega potevano avere contatti diretti con gli arbitri. Era una struttura sbagliata ma era una situazione generale. La responsabiltà nella creazione di questa struttura, chi più chi meno, era di tutte le società". Insomma, non solo la Juventus sul banco degli imputati: "Adesso si porta la responsabilità su una società e su una o più persone, ma queste lo hanno fatto per proteggersi", ha aggiunto Aigner.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Paoloo

    14 July 2011 - 20:08

    Rossi , il Saggio , dov'è finito ? trovatelo e spieghi lui.

    Rispondi

  • cinif

    08 July 2011 - 21:09

    Ma che strano ; Rossi commissario ex del Consiglio di Amministrazione dell'Inter assegna casualmente lo scudetto all'Inter............Personalmente alle favolette é un po di tempo che ho smesso di crederci. Ridicoli.

    Rispondi

Shopping

blog