Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

Jessica Lange canta Lana Del Rey

Jessica Lange canta Lana Del Rey

Jessica Lange canta Lana Del Rey. Dopo David Bowie e Fiona Apple, è Lana Del Rey ad aver avuto l’onore di essere interpretata dalla celebre ......

 

ascolta ora

Radio 105

Un'altra grazia per i furbetti Soldi all'estero? Niente tassa

I tecnici hanno dbbi sulla possibilità di tassare i soldi portati in Italia con gli scudi, salvo (per ora) chi ha i conti all'estero

Un'altra grazia per i furbetti Soldi all'estero? Niente tassa

C'è un punto della manovra (la tassa su chi ha fatto rientrare capitali dalla Svizzera nel 2001, 2003 e 2009-2010) sulla cui applicabilità i tecnici avanzano dei dubbi. Il ragionamento è questo: come si fa a tassare tutti i capitali? Il contribuente potrebbe nel frattempo aver investito in altre attività oppure potrebbe avere "spostato la sua posizione presso un altro anomimato".

E sui circa 150 miliardi di euro depositati dai cittadini italiani nelle banche svizzere, per ora, non si abbatte la mannaia del governo Monti: non sarà seguito l'esempio di Germania e Gran Bretagna e non saranno firmati accordi per tassare i capitali portati all'estero. Il ministro per i rapporti con il Parlamento, Pietro Giarda ha detto: "C'è il rischio che l'Unione Europea apra una procedura di infrazione e infligga pesanti sanzioni". L'affermazione arriva in risposta a un'interrogazione di Massimo Donadi dell'Idv che aveva detto: in questo modo lo Stato protegge evasori e mafiosi.  Le affermazioni del ministro rappresentano una brusca retromarcia rispetto alle intenzioni che erano state dichiarate: quelle cioè di tassera i contribuenti italiani che nel corso degli anni hanno messo sotto l'ombrello dei conti cifrati elvetici e che nessuno scudo fiscale è riuscito a stanare,

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lampo95

    10 December 2011 - 13:01

    La tassa sullo scudo non punisce coloro che hanno portato soldi all'estero, punisce chi li ha riportati a casa e basta. Chi ha operato il ravvedimento proposto dallo stato viene penalizzato e chi non si è fidato ha avuto come sempre ragione e la passa liscia. Della serie paga sempre chi ha già pagato. Poco o tanto non ha importanza, ha pagato ciò che gli è stato chiesto. E' come rimandare una multa a chi l'ha già pagata. Adesso paga un'altra volta. Abbiamo deciso che per divieto di sosta le multe raddoppiano dal 2001, quindi rimandiamo da pagare tutte le multe già quietanzate e archiviate. Paga anche se non hai più la macchina. O se sei morto, pagheranno gli eredi. Uno stato senza parola, uno stato che viola i contratti stipulati coi cittadini con questa disinvoltura, è uno stato che, di fatto, si merita tutti i ladri che ci sono.

    Rispondi

  • giaset

    08 December 2011 - 22:10

    Io credo che nessuno degli scudati protesterà, anche per non fare sapere al vicino del suo problemino. Quindi pagheranno tutti senza fiatare. Non provo invidia nei loro confronti, perchè al loro posto non mi piacerebbe dover nascondere la mia eventuale ricchezza, cioè fare il poveraccio in Italia e sfoggiare ricchezza nelle isole Cayman. Ma parlando un po' più tecnicamente e senza l'assillo della strumentalizzazione, vorrei dire un paio di cosette. Lo scudo fiscale prevedeva la possibilità di rimpatriare il denaro dietro pagamento di una imposta, che consentiva di escludere in modo tombale qualsiasi sanzione, interesse ed imposta aggiuntiva, fino al controvalore dell'importo scudato. Prevedeva addirittura l'inibizione di accertamento , di accesso e addirittura le sanzioni penali per infedele dichiarazione. Il conto veniva secretato e quindi l'intermediario non può rivelarlo a nessuno, salvo i casi rigidamente previsti dalla legge. Dilettanti!

    Rispondi

  • rocambole

    08 December 2011 - 19:07

    La tassa sui capitali scudati non è complicata, è idiota in quanto la nostra Costituzione non prevede la retroattività di una legge per cui la norma sul punto è anticostituzionale e sorprende che un tecnico come Monti prenda un granchio simile. C'è da sperare che non sia il primo granchio d'una lunga serie perchè allora vorrebbe veramente dire che siamo caduti dalla padella nella brace. Chi è asino e cervo si crede al saltar della fossa se n'avvede.

    Rispondi

  • 44carlomaria

    08 December 2011 - 18:06

    Lui perlomeno il 5% lo ha incassato, il Monti no non può! Che tecnici della mutua! NB come mai lo spread sale? Scommetto che Tremonti lo sa, difatti gli USA lodano Monti e Merkel. Asvedommia

    Rispondi

Mostra altri commenti

Shopping

blog