Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Al Milan comanda il Cavaliere: "Su Pato ho deciso soltanto io"

Berlusconi e il ritrovato amore per il calcio. Il presidente chiude il caso del trasferimento al Psg e conferma le indiscrezioni di stampa

Al Milan comanda il Cavaliere: "Su Pato ho deciso soltanto io"

Silvio Berlusconi mette la parola fine alla telenovela Pato (almeno per ora) e conferma le indiscrezioni di stampa: "Ho deciso di tenere Pato perché lo ritengo un giocatore di grande talento". Lo stop al trasferimento, insomma, è stato imposto dal presidente rossonero, che si riscopre innamorato del calcio e affida a una nota il compito di chiarire la vicenda del quasi-trasferimento del Papero al Paris Saint Germain di Carletto Ancelotti e Leonardo. "L'intera operazione - ha spiegato l’ex presidente del Consiglio - non mi convinceva nè dal punto di vista tecnico nè da quelle economico. E’ una scelta che ho preso in totale autonomia. Sono convinto che sia la cosa migliore per il Milan".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    15 January 2012 - 22:10

    Meno male che a Silvio è stato lasciato un bel giocattolone sul quale poter prendere decisioni in massima autonomia ( e senza incidere sulle tasche degli italiani, se non quelle dei tifosi sfegatati che per l' onore della squadra ne accettano pure il Presidente allenatore )

    Rispondi

  • Borgofosco

    15 January 2012 - 19:07

    Condivido in toto il comunicato di Silvio Berlusconi. Alexandre Pato fa sognare i tifosi che il Milan poiché, quando raggiungerà la migliore intesa con 'Ibra', formerà la coppia di attaccanti più forte e prolifica(di goal)nel mondo del calcio. Siamo altresì fiduciosi che, tra qualche anno, egli potrà essere il punto di riferimento in un Milan che tornerà ad essere la squadra più forte al mondo. Dovrà apprendere, da Zlatan Ibrahimovic, la serietà nel lavoro settimanale che è il viatico per le vittorie. Se questi sono stati i consigli dati al giovane brasiliano... i milanisti non possono far altro che ringraziare il presidente!

    Rispondi

blog