Cerca

Nella morsa della crisi

Crescono le spese degli italiani
ma i salari sono fermi da 20 anni

Il risultato è una progressiva riduzione della capacità di risparmio

Secondo il rapporto Istat a spesa per consumi delle famiglie è cresciuta a ritmi più sostenuti del loro reddito disponibile

I salari reali sono rimasti al palo in Italia negli ultimi 20 anni. Lo sottolinea l’Istat nel suo rapporto annuale. "Tra il 1993 e il 2011 - spiega l’Istat - le retribuzioni contrattuali mostrano, in termini reali, una variazione nulla, mentre per quelle di fatto si rileva una crescita di quattro decimi di punto l’anno".

Negli ultimi due decenni, evidenzia il rapporto, "la spesa per consumi delle famiglie è cresciuta a ritmi più sostenuti del loro reddito disponibile, determinando una progressiva riduzione della capacità di risparmio. Complessivamente dal 2008 il reddito disponibile delle famiglie è aumentato del 2,1 per cento in valori correnti, ma il potere d’acquisto (cioè il reddito in termini reali) è sceso di circa il 5 per cento. Le retribuzioni da lavoro dipendente hanno aumentato la loro incidenza sul reddito disponibile delle famiglie, passando dal 39,3 per cento del 1992 al 42,8 per cento del 2011. Al contrario - osserva l’Istat - i redditi da lavoro autonomo hanno complessivamente ridotto il loro contributo alla formazione del reddito disponibile, dal 28,8 per cento del 1992 al 25,3 per cento nel 2011. Il contributo dei redditi da capitale alla formazione del reddito disponibile si è più che dimezzato, passando dal 16,1 per cento del 1992 al 6,8 per cento del 2011. Negli ultimi vent'anni le prestazioni sociali alle famiglie hanno contribuito positivamente alla dinamica del reddito disponibile; la loro quota è aumentata dal 24,5 del 1992 al 32 per cento del 2011".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pierfabro

    27 Maggio 2012 - 12:12

    il blocco degli stipendi purtroppo non riguarda la casta compresi tutti i papaveri ministeriali e delle fondazioni per cui nessuno si è accorto che il popolo bloccato da 2o anni di blocco salariale, tra l'altro dimezzati dall'avvento dell'euro, non riusciva più ad andare avanti con tutti gli aumenti che i bocconiani impongono.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    22 Maggio 2012 - 21:09

    Con politici che mi tutelino e non mi parlino mai più di euro/europa/sacrifici/coperte corte ecc. Con politici che mi ridiano l'indipendenza e smettano di leccare la germania e C. Soprattutto con gente che la smette di raccontarmi fanfaluche..diversamente NON VOTO PIU'

    Report

    Rispondi

  • mab

    22 Maggio 2012 - 13:01

    Tralasciando questi ultimi 3-4 anni, nei precedenti le aziende di qualsiasi tipologia hanno fatto guadagni enormi, ma gli stipendi sono rimasti al palo grazie alla non capacità e incisività dei sindacati.

    Report

    Rispondi

  • bruggero

    22 Maggio 2012 - 12:12

    Ditemi che è un'errore, con il fior fiore di sindacati che ci tutel...ANO, non è possibile, vi siete sbagliati!?!

    Report

    Rispondi

blog