Cerca

Navigare non è più un lusso

L'Ue taglia i costi di Internet
Risparmi per 1000 euro l'anno

Imposti tetti ai costi di roaming, chiamate e sms in Europa: una famiglia in vacanza risparmia 200 euro l'anno, un lavoratore 1000 euro

Obiettivo della Commissione Ue è di arrivare al "roaming zero" entro il 2015, cioè all'abolizione di qualsiasi sovrapprezzo rispetto all'uso del cellulare in patria

Usare il cellulare all'estero non è più un lusso. Dal primo luglio, infatti, sono entrati in vigore i nuovi limiti tariffari per gli utilizzatori di servizi di telefonia mobile in Europa e le chiamate, gli sms e lo scambio dati in internet, effettuati in roaming costano di meno.  La Commissione Ue ha imposto agli operatori dei tetti che permetteranno a chi viaggia regolarmente per lavoro nell'UE di risparmiare oltre 1 000 euro all'anno, mentre una famiglia in vacanza dovrebbe risparmiare almeno 200 euro. Quella della Commissione è una lunga battaglia, che continuerà con l'obiettivo di arrivare allo "zero roaming" nel 2015, cioè all'abolizione di qualsiasi sovrapprezzo rispetto all'uso del cellulare in patria.

Per ora il costo del traffico dati non potrà superare i 70 centesimi a megabyte (Mb), iva esclusa, per  scaricare dati o consultare internet all’estero (addebitati per Kb utilizzato), le chiamate vocali in uscita non potranno superare i 29  centesimi al minuto (Iva esclusa), le telefonate ricevute passeranno dagli attuali 11 centesimi al minuto a 8 (Iva esclusa), mentre i messaggi di testo, i costi scenderanno dagli 11 centesimi di adesso a 9 (Iva esclusa). Ma dal primo luglio 2013 e 2014 sono previsti ulteriori scalini discendenti per i prezzi massimi applicabili: 45 cent e 20 cent al megabyte per internet; 24 e 19 cent per fare una chiamata, 7 e 5 cent per riceverla; 8 e 6 cent per un sms. La Commissione prevede analoghi prezzi massimi (ma più bassi) per il roaming all'ingrosso, cioè per le tariffe che gli operatori si pagano a vicenda quando l'utente di uno di loro utilizza la rete di un altro all'estero. 

Per approfittare degli sconti non bisognerà fare nulla: basta usare il cellulare all'estero per attivare le nuove tariffe. Che tuttavia sono ancora alte rispetto ad alcune offerte che gli operatori italiani metteranno sul mercato tra alcuni giorni. Il Sole 24 ore ne ha analizzata qualcuna: dal 16 luglio c'è per esempio Vodafone Smart Passport, che già permette di usare la propria tariffa normale (chiamate, sms, internet) anche in altri Paesi europei (Svizzera compresa); pagando però 3 euro in più al giorno (addebitati solo in caso di effettivo utilizzo). Arriva il 16 luglio anche Daily travel x Smartphone di Wind (2,5 euro al giorno per 50 MB), che vale non solo in Europa ma anche negli Usa e in Croazia. Sono simili a questa TimxSmartphone Estero e Vodafone Passport Mobile Internet. Stanno nascendo anche tariffe per risparmiare sul roaming in Paesi diversi: dal primo agosto ci sarà Wind Daily Travel x Smartphone Mondo (5 euro per 15 MB al giorno in una 40ina di Paesi). Analogamente, parte oggi la Tariffa Special-Promo Estate 2012, di Tim: abbassa i prezzi per chi naviga con cellulare o computer da Paesi turistici come Argentina, Brasile, Egitto. In Austria, Australia, Danimarca, Gran Bretagna, Hong Kong, Irlanda, Svezia resta comunque più economica la tariffa di 3 Italia All'estero come a casa: fa navigare su internet e inviare sms alle stesse condizioni della normale tariffa valida in Italia, mentre per chiamate (fatte e ricevute) applica uno scatto addizionale di 50,42 cent.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • migpao

    04 Luglio 2012 - 19:07

    ohh..ragazzi.. è un calo tariffario medio del 20-25%.. nulla di sconvolgente! ho la moglie a parigi un mese, per una trentina di telefonate risparmierò 5 o 10 euro, mica milioni...

    Report

    Rispondi

  • cuiprodest

    04 Luglio 2012 - 00:12

    forse non è molto ma l'importante è attenzionare il problema. Personalmente ho sottoposto al Commissario Europeo quello dell'alto costo delle cartucce delle stampanti ( al Kg costano più dell'oro ! ). Le aziende qualche grammo di inchiostro se lo fanno strapagare. Gli utenti, cittadini ed enti pubblici di tutte le nazioni, sono costretti a sborsare una enormità di denaro. Una speculazione sfacciata e più grave di quella dei mercati finanziari !

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    03 Luglio 2012 - 11:11

    usare meno quel maledetto telefonino... solo quando serve davvero e non per ragliare scemenze tre ore al giorno. Oramai è una mania. Telefono-maniaci dappertutto a tutte le ore. In macchina uno su tre telefona alla guida, poi ovunque, nei supermercati, in palestra, per strada di continuo. Una cosa cafona e odiosa, ma come facevano tutti questi "tamarri" del cellulare prima che questo esistesse? Lasciamo un pò queste diavolerie e apriamo un buon libro.

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    03 Luglio 2012 - 10:10

    "Risparmi per 1000 euro all'anno". Ma per chi? Per quei due che stanno all'estero per mesi e costano all'azienda più di1 300 euro al giorno? Per una famiglia normale, anche per quella che quando va in vacanza all'estero non usa il cellulare per connettersi ad Internet (basta connettersi con i pc dell'albergo o degli internet point), ilrisparmio è 0 (zero) euro.

    Report

    Rispondi

blog