Cerca

Fisco assassino

Il massacro in 4 anni di crisi:
178 miliardi di nuove tasse

L'Italia ha dovuto digerire dieci manovre per 329 miliardi e 520 milioni. Il 55% lo abbiamo pagato noi tra imposte e balzelli

I calcoli del Sole 24 Ore. Gli strumenti per risanare il bilancio sono due soltanto: nuove tasse e tagli alla macchina pubblica

In quattro anni di crisi l'Italia ha dovuto digerire dieci manovre (tra finanziarie, decreti correttivi, manovre bis, leggi di stabilità e la cosiddetta spending review). La ricetta? Sempre la stessa: più tasse e più tagli. E la montagna di quattrini (per la stragrande maggioranza pagati da noi) ha raggiunto vette esorbitanti. Il calcolo lo ha fatto Il Sole 24 Ore: quattro anni, dieci manovre e richieste per 329 miliardi e 520 milioni di euro. Di questa montagna di euro, il 55%, ossia 178 miliardi, è rappresentato dall'aumento delle entrate. Ossia da nuove tasse e balzelli. 

Tagli o tasse - Il punto è che le munizioni utilizzate per tentare il risanamento del bilancio pubblico sono sempre e soltanto due: chiedere più soldi ai cittadini o tagliare i fondi a disposizione della macchina pubblica. E i numeri messi in fila fanno davvero paura: le cifre complessive, spiega Il Sole 24 Ore, sono il frutto degli effetti messi a bilancio anno per anno dei diversi interventi. Non si tratta, tecnicamente, dell'impatto a regime sui saldi di finanza pubblica, ma delle risorse realmente chieste ai cittadini. Per comprenderci, ecco un esempio: se una manovra introduce una tassa che porta un miliardo il primo anno, due il secondo e tre dal terzo, l'effetto a regime è pari a tre miliardi, ma i soldi versati nel tempo e versati dai cittadini ammontano a sei. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angela70

    18 Luglio 2012 - 16:04

    le tasse aumentano sempre di piu', e in contemporanea aumenta sempre di piu' il debito pubblico e la gente che si impoverisce. Ci sara' mai una via d'uscita?

    Report

    Rispondi

  • encol

    16 Luglio 2012 - 14:02

    A nulla sono servite la valanga di tasse rifilate agli italiani se dal rapporto di oggi 16.07 il debito pubblico è aumentato e lo "spread" tutti sappiamo come va. Quindi le tasse sono servite unicamente a gelare l'economia reale riducendoci in miseria nera. BELL'AFFARE da veri campioni dell'idiozia.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    16 Luglio 2012 - 13:01

    Il bello del berlusmonti

    Report

    Rispondi

  • giorgio g

    16 Luglio 2012 - 13:01

    Secondo voi chi le ha messe le tasse in questi anni? Il governo Berlusconi che aveva promesso di abbassarle. Ora vuole tornare con lo stesso ritornello.... ma va a f....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog