Cerca

Professore nel pallone

Monti ha perso la bussola:
"Non ci servono aiuti"
Ma lo spread è a 510

Il premier indeciso: "Il fondo salva-Stati? Non so se chiederemo il suo intervento. I nostri bilanci pubblici sono solidi"

Ma se l'Italia perdesse la possibilità di accedere ai mercati, i "solidi bilanci pubblici" non servirebbero a nulla...
Mario Monti

Il premier Monti all'incontro con Rajoy

S'incontrano Mario Monti e Mariano Rajoy. Il ritornello è sempre lo stesso: "Italia e Spagna sono decise a mantenere l'integrità e la stabilità della zona euro e faranno tutto ciò che è necessario per proteggerla". In parallelo, dopo le parole di Mario Draghi, sui mercati continuava la tempesta: Piazza Affari chiudeva in ribasso del 4,64% e lo spread volava a 510 punti base. Una situazione critica: è bastata la frenata della Bce per rigettare il Vecchio Continente nel panico, in primis Italia e Spagna. E il premier Monti pare non avere le idee chiare su come uscire da questa crisi. Se tre giorni fa diceva di vedere la "luce alla fine del tunnel", e se ieri (mercoledì 1 agosto) cambiava idea sullo scudo anti-spread ("Potremmo chiedere il suo aiuto", ha dichiarato il Prof dopo aver sempre sostenuto che non era necessario), oggi si mostra ancor più tentennante: "Non so se il governo chiederà l'attivazione dello scudo. Bisognerà esaminare le modalità. Sono sicuro però che il governo continuerà a fare rigorosamente, in profondità e con tempestività a fare ciò che è richiesto di fare nell'interesse dell'Italia, e che coincide con ciò che l'Europa chiede all'Italia". E ancora: "E' prematuro parlare di come, se e quando l'Italia chiederà lo scudo anti-spread".

"Non ci serve un salvataggio" - Il premier ribadisce poi che "all'Italia non serve un salvataggio". Lo afferma con forza, Monti, in conferenza stampa a Madrid. "Di aiuti, nel senso di un salvataggio per i conti pubblici, non ce n'è proprio bisogno, abbiamo una delle finanze pubbliche più solide in Europa", ha rivendicato il presidente del Consiglio. Che poi ha aggiunto: "La politica economica italiana in questi mesi è stata impostata perché non fosse necessario questo tipo di aiuto". La differenza che corre tra aiuto e aiuto, però, pare piuttosto ambigua, sottile. Se è pur vero che i conti pubblici del Tesoro non sono così preoccupanti (a fronte di un debito pubblico monstre abbiamo un significativo disavanzo primario), la cavalcata dello spread, ritornato a quota 510 punti base, può minare le capacità del Paese di rifinanziarsi sui mercati e di accedere ai mercati stessi. E senza la liquidità che potremmo ottenere in asta tramite titoli di Stato, il denaro dovrebbe necessariamente arrivare da altre fonti (la Bce? L'Europa). La sostanza non cambierebbe: l'Italia, di fatto, avrebbe bisogno di aiuti.

Il Prof sta con Draghi - Monti si è poi schierato in difesa del presidente della Bce, Mario Draghi: "Non vedo passi indietro nelle dichiarazioni di Draghi rispetto a quelle di una settimana fa a Londra" (Draghi disse che si sarebbe fatto "di tutto" per l'euro, ma le misure tanto attese, oggi, non sono state presentate). Il premier ha aggiunto: "Vedo continuità, ma in più questa dichiarazione è avvenuta al termine della riunione del Consiglio dei governatori Bce. Una settimana fa si trattava di una dichiarazione personale". Monti ha poi ribadito che "sono stati fatti diversi passi avanti e nessuno indietro". Quindi sulla soluzione della crisi il Professore ha spiegato che "può venire dal fare bene i compiti a casa propria e di farli tutti bene, senza contraddirci, nella nostra casa comune dell'Europa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perfido

    05 Agosto 2012 - 22:10

    In Italia bisogna fargli il solletico per farlo ridere. Appena si trova in Germania, ride a più non posso : forse gli offrono da bere troppa birra o si prende gioco di noi poveri Italiani. Mah! Saluti.

    Report

    Rispondi

  • Phidry Hiellie

    05 Agosto 2012 - 21:09

    ...cari Italiani per bene il kollonnellos montez non è stato messo li per salvare l'Italia ma si per riscuotere a favore deghli speculatori, è un gran bastardo e l'unica cosa che si merita que pazzo e una camicia di forza!!!!!

    Report

    Rispondi

  • giorgio_collarin

    04 Agosto 2012 - 04:04

    ma monti e i suoi non hanno orecchi per intendere!!! un esecutuivo inadeguato!!! un senatore a vita pavido ed incapace di operare tagli indispensabili!!! gironzola per l'europa e non solo!!! bioscaioli ci vogliono per tagliare rami su rami secchi ed alberi rigogliosi - coi soldi dei contribuenti - quali i partiti dell'intero ventaglio parlamentare!!! il fini finito!!! il di pietro avvizzito!!! il bossi spompato!!! il berlusca sognante!!! l'alfano in affanno!!! il casini offuscato!!! il bersani stranito!!! la bindi sbiadita!!! il vendola che sventola!!! e tutti gli altri sugli scranni di un potere che nessuno piú riconosce loro!!! popolo sovrano: questo lo slogan per riprenderci la politica!!! avanti o popolo, alla riscossa, qui si rifa' l'italia o si muore!!!

    Report

    Rispondi

  • encol

    03 Agosto 2012 - 11:11

    E' vero pure questa analisi è realistica. Ma se nessuno fa il capocordata, nessuno specie tra i giovani supertartassati dalla situazione non si muovono significa che per la maggioranza degli italiani va bene così. Più si aspetta e peggio sarà. Non è escludo, anzi molto probabile che molti soldi con la scusa del passaporto diplomatico volino in altri lidi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog