Cerca

La "scoperta" di Angela

Merkel attacca i mercati:
"Non siete al servizio del popolo

La cancelliera tedesca indossa i panni di Beppe Grillo e si scaglia contro la speculazione. Sulla Grecia: "Spesso siamo severi"

Angela Merkel

Angela Merkel

 

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, indossa i panni del Beppe Grillo e attacca i mercati. L'accusa è francamente sconcertante, una "scoperta" da Premio Nobel: "Non siete al servizio del popolo". Secondo la Merkel negli ultimi cinque anni i mercati hanno consentito a poca gente di arricchirsi a spese della maggioranza. La cancelliera tedesca, secondo quanto riportato dall'agenzia finanziaria Bloomberg, ha snocciolato il suo pensiero in salsa no-global nel corso di un evento organizzato dalla Csu bavarese, nel corso del quale ha chiesto ai politici di sollecitare gli elettori a tagliare il debito, per evitare di finire nel mirino degli investitori

"No all'unione del debito" - Secondo il Merkel-pensiero non bisogna consentire ai mercati di distruggere i frutti del lavoro della gente e i governi non devono dipendere dai mercati a causa del loro debito eccessivo. "La vera questione riguardo alla democrazia è questa: possiamo in Germania e in Europa vincere le elezioni quando congiuntamente stabiliamo di avere finanze solide e quando non spendiamo più di quello che incassiamo?". E ancora, la Cancelliera insiste chiedendo che l'Europa sia forte, con "un'unione stabile e non con un'unione del debito". Poi, rivolgendosi alla Grecia, ha detto che "questi paesi hanno meritato la nostra solidarietà, poiché abbiamo voluto che superassero le loro difficoltà". La Germania, secondo la Merkel, deve premere per le riforme "anche se a volte siamo severi".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brontolo1

    03 Settembre 2012 - 20:08

    die grosseku.len ha scoperto l'acqua calda!ha inculcato ai tedeschi,assieme a qualche suo predecessore,l'idea che i sacrifici economici li hanno fatti per l'europa,e invece li hanno fatti per le infrastrutture della ex ddr!la speculazione dei mercati si è abbattuta sull'area € per colpa sua,poichè invece di sterilizzare subito il problema grecia,ha fatto perdere tempo su"come" castigare la grecia!infatti,data l'entità del debito greco,era meglio"staccare"subito l'assegno,e regolarsi dopo per la restituzione!invece,la soluzione della ku.lona,è stata qualcosa di simile al lasciare in circolazione un ammalato di tifo o colera,invece che metterlo in quarantena!i risultati li abbiamo visti!i vari soros e company,visti i tempi di reazione europei e la volontà di rifarsi delle perdite patite sul mercato americano causa mutui subprime ,hanno fatto i danni che hanno fatto!

    Report

    Rispondi

  • patrenius

    03 Settembre 2012 - 19:07

    Che scoperta: cosa ha fatto per frenare la speculazione? Niente... eppure sarebbe bastato un regolamento severo sull'ingresso e l'esecuzione degli ordini di compravendita per ridurre drasticamente l'effetto della speculazione e l'altalena degli indici su cui i pochi speculatori si arricchiscono e i padri di famiglia ci perdono i risparmi

    Report

    Rispondi

  • Michele620

    03 Settembre 2012 - 17:05

    a vederla cosi sembrerebbe che gli e morto il ciuccio poverina

    Report

    Rispondi

blog