Cerca

Teutoniche resistenze

Mister Draghi ai falchi tedeschi:
"Vi spiego come salvo l'euro"

Il governatore della Bce vuole esporre il suo piano al Bundestag, ma Berlino si spacca: "E' il benvenuto". "No, non può parlare in Parlamento, non è il Papa"

Mario Draghi

Mario Draghi

"Se il Bundestag mi invitasse, accetterei volentieri. Sarebbe una buona opportunità per spiegare quello che facciamo", spiega il presidente della Bce, Mario Draghi, nel mirino della politica tedesca per le decisioni sugli acquisti di bond da parte dell'Eurotower. Il governatore della Bce cerca di ricucire i rapporti con Berlino e per farlo non disdegnerebbe un'apparizione nel parlamento tedesco per spiegare il suo piano di salvataggio dell'Europa. "Siamo sulla buona strada, sono ottimista", ha assicurato Draghi parlando del futuro dell'Eurozona. 

Il dibattito - Dopo le aspre critiche contro la linea della Bce, la Suddeutsche Zeitung ha spiegato che "Draghi è pronto a difendere la sua politica di fronte al Parlamento tedesco" perché "lotta per la sua reputazione". La notizia di un possibile arrivo dell'ex numero uno di Bankitalia nel cuore del sistema politico tedesco ha scatenato il dibattito. Per esempio, da una parte c'è il comitato per il Bilancio tedesco, che ha già invitato formalmente Draghi, mentre dall'altro ci sono i falchi più falchi degli altri, i parlamentari del gruppo Cdu-Csu, che ritengono "non appropriato" un discorso del presidente della Bce nel Parlamento tedesco ("In questo caso - ha spiegato un portavoce - la Bce si sposta verso una dipendenza dalla poltica, mentre Draghi deve mantenere l'indipendenza della sua istituzione").

Ce la farà? - I più intransigenti spiegano che le ultime decisioni dell'Eurtower "si muovono al limite dello statuto della Bce e per questo motivo si dovrebbe riflettere molto bene su un tale tipo di visita nel Bundestag". Anche la Faz, sul sito online, si mostrava cauta spiegando che parlare davanti a tutti i deputati tedeschi "è un privilegio riservato ai capi di Stato, come il Papa". Insomma, per Draghi al massimo si può trovare un "piccolo palcoscenico". Poi c'è anche chi è di parare opposto, come Pole-Majeski, editorialista della Zeit, che spiega come il discorso di Draghi al Bundestag darebbe "una certa legittimazione democratica all'operato della Bce". La possibilità che Draghi riesca a spiegare al Bundestag (reticente) come vuole salvare l'Europa c'è, ma - come al soltito - prima è necessario superare le resistenze tedesche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    18 Settembre 2012 - 10:10

    La speculazione di conseguenza la crisi non si fermerà fino a quando la BCE non potrà agire come la Federal Reserve ovvero stampare moneta.

    Report

    Rispondi

  • claudio13

    17 Settembre 2012 - 07:07

    ma quando acquisterà i bond la mia quota al accrediterà sul mio dossier titoli ?

    Report

    Rispondi

  • gabrielli

    16 Settembre 2012 - 20:08

    ma che della valle non facci il gradasso (super menn)nella vita ha avuto solo culo grazie al"leredita del padre che si si è fatto il culo,che il giramondo non si dia troppe arie , per arrivare al suer Marchionne ci voglio 10 di della valle !!!! GABI

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    16 Settembre 2012 - 09:09

    Peccato che Draghi abbia detto che l'euro è IRREVERSIBILE. Siete d'accordo o la pensate come il vostro Silvio che qualche tempo fa parlava di tornare alla lira (dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, di non capire una beata mazza di economia...)?

    Report

    Rispondi

blog