Cerca

Salvataggio Ue

Il governo greco è pronto a tempo record
Grande coalizione contro la crisi

Socialisti e conservatori alleati per salvare il Paese (e l'Europa)

Il governo greco è pronto a tempo record
Grande coalizione contro la crisi

 

In pochi avrebbero pensato che i greci sarebbero riusciti ad avere un governo in così pochi giorni. Ma dopo le elezioni di domenica 17 giugno, già mercoledì 20 Antonis Samaras, il leader del partito uscito vincitore dalle urne, Nea Demokratia, ha giurato come primo ministro.

Esecutivo pronto - Sono bastate 72 ore di lavoro per decidere chi farà parte della squadra che avrà l'arduo compito di risanare la Grecia con l'aiuto europeo. A dare l'annuncio è stato il leader dei socialisti di Pasok Evangelos Venizelos, che, insieme ai conservatori di Nea Demokratia, detentori della maggioranza assoluta in Parlamento, hanno dato vita a una larga coalizione per il bene del Paese. Oltre a socialisti e conservatori, faranno parte del governo anche Sinistra Democratica, una piccola formazione derivata dal vecchio partito comunista ellenico KKE.

Polemiche - Gli unici a restare fuori, oltre ai neonazisti di Alba Dorata, sono stati i parlamentari di Syriza, il partito di estrema sinistra che ha ottenuto il 26% alle elezioni del 17 giugno, consolidando il risultato del mese precedente. Venizelos ha attaccato il leader di Syriza Tsipras, dicendo che "è una vergogna che Syriza rifiuti di prendere parte al governo" e non si assuma "la responsabilità di rinegoziare il bailout, le misure per uscire dalla crisi". Secondo il leader socialista "la cosa più importante non è il governo, ma la formazione di un team di negoziazione nazionale".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    21 Giugno 2012 - 10:10

    I greci hanno perso un occasione d'oro per uscire del letamaio dell'Europa filo-islamica e burocratica. Come sarebbe bello se ci fossero ancora le frontiere, se gli zingari dell'Est rimanessero dove sono,se il lavoro in Italia venisse dato agli italiani, se si abbandonasse l'idea di unire un 'Europa dove molti Stati sono ormai colonizzati da turco-arabo-islamici . E dire che mentre i nostri nonni hanno combattuto per dare una Nazione libera agli italiani,i "politici" lottano per svendere il Paese agli immigrati !

    Report

    Rispondi

  • arch

    21 Giugno 2012 - 08:08

    è più illuso di chi pensa che Monti ci porterà fuori dalla crisi.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    21 Giugno 2012 - 00:12

    La disperazione dei greci era tale che si sono affidati proprio a coloro che li hanno portati in questo stato attuale! Hanno chiesto di rimaenere sul Titanic Europa pensando, erroneamente, che mal comune è mezzo gaudio. Affonderemo tutti senza scampo, mentre loro potevano salvarsi creandosi una zattera (economica) invece di rigirarsi i pollici e contare su una nave che sta affondando! Una cosa che dovremmo fare anche noi al più presto, invece di continuare con questa stupido Euro e UE.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    20 Giugno 2012 - 17:05

    mò stai a vedere che sti venditori di olive contro tutto e contro tutti ce la fanno a mettersi in riga?hope better future.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog