Cerca

La tragedia si poteva evitare

Il disastro nucleare di Fukushima
causato da un errore umano

La Commissione parlamentare d'inchiesta giapponese mette sotto accusa il governo e la società Tepco

I responsabili sono accusati di non aver intrapreso azioni per proteggere le vite delle persone e della società pur avendo l'opportunità di adottare misure di tutela
Il disastro nucleare di Fukushima
causato da un errore umano

Il disastro nella centrale nucleare di Fukushima è stato causato da un errore umano e non solo dal terremoto e dallo tsunami che colpirono il Giappone l’11 marzo del 2011. Lo ha stabilito una inchiesta indipendente sul più grave incidente nucleare dopo quello di Chernobyl secondo la quale il disastro "è stato il risultato di una collusione tra governo, supervisori e il gestore dell’impianto, la Tepco, e la mancanza di governance delle suddette parti". Il rapporto accusa i responsabili di aver "di fatto tradito il diritto della nazione alla sicurezza rispetto agli  incidenti nucleari". Per questo "concludiamo che il disastro è stato   frutto dell’azione dell’uomo". Il disastro "poteva e doveva essere previsto e prevenuto" ed i suoi effetti "mitigati da una risposta umana più   efficace", si legge nel rapporto della commissione parlamentare, istituita nel maggio 2011 con il compito di esaminare la gestione della crisi e fare  raccomandazioni. "Sebbene provocato da questi eventi cataclismatici, il successivo incidente dell’impianto nucleare di Fukushima Daiichi non può essere considerato come un disastro naturale. Si tratta di un  isastro profondamente frutto dell’azione dell’uomo", conclude.

Fukushima, Giappone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • martidon95

    05 Luglio 2012 - 16:04

    quella è una foto di una raffineria in fiamme.... non CENTRA NIENTE....

    Report

    Rispondi

  • allianz

    05 Luglio 2012 - 11:11

    L'esplosione del reattore è dovuta alla mancanza di circolazione dell'acqua di raffreddamento nel reattore.Quando si aprono gli interruttori di linea,e di macchina,manca tensione e le pompe si fermano.A questo punto entrano in sevizio i gruppi di emergenza che alimentano la barra per le utenze ausiliarie per assicurare la corretta fermata del reattore.Se l'onda ha portato via i gruppi non c'è stato nulla da fare.L'enorme calore in pochi minuti ha portato la temperatura e pressione dell'acqua nei tubi a valori fuori sicurezza.Il materiale ha ceduto e da qui l'esplosione.Definizione di evento:"L'evento è un fatto non programmato e casuale,e si affronta in base all'esperienza".Quello che mi ha fatto piu' impressione è che dai filmati si vedono,in almento due reattori il nocciolo in fusione.

    Report

    Rispondi

blog