Cerca

Macabri ricordini

Ruba filo spinato a Auschwitz:
"In ricordo di mio padre ucciso qui"

Un italiano è stato fermato all'aeroporto di Cracovia con l'inquietante souvenir

Il pezzo di recinsione non apparteneva alla parte 'protetta' del campo dove venne ucciso uno dei 6 milioni di ebrei sterminati dai nazisti. L'anno scorso aveva fatto la stessa cosa un francese
Ruba filo spinato a Auschwitz:
"In ricordo di mio padre ucciso qui"

Un italiano di 66 anni è stato prima fermato e poi rilasciato all’aeroporto di Cracovia. L’uomo era stato bloccato perchè in possesso di un macabro souvenir da Auschwitz-Birkenau: 30 cm del filo spinato della recizione del più tristemente noto campo di sterminio nazista. A sua giustificazione l’uomo ha spiegato che il padre era morto ad Auschwitz e ne voleva un ricordo. Le autorità polacche sono state indulgenti perchè la porzione di filo spinato non apparteneva alla parte 'protetta' del campo dove venne ucciso 1 dei 6 milioni di ebrei sterminati dai nazisti. Il campo venne liberato dall truppe sovietiche il 27 gennaio del 1945. L'anno scorso era stato un cittadino francese di una cinquantina d'anni ad essere stato fermato all'aeroporto con due pezzi di filo spinato nel bagaglio a mano. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • darkstar

    15 Agosto 2012 - 15:03

    Ma ad Auschwitz non erano morti in quattro milioni ? Prima li hanno ridotti ad un milione e mezzo, ora ad un milione. I numeri scendono sempre, ma il totale di sei milioni é sempre uguale. Si vede che la matematica é un opinione.

    Report

    Rispondi

blog