Cerca

Stati Uniti minacciati

Isaac "promosso": ora è uragano
Obama: "State pronti ad evacuare"

L'allarme del presidente degli Stati Uniti: "Ascoltate le autorità, se vi dicono di andarvene, fatelo". New Orleans teme una nuova Katrina

Isaac "promosso": ora è uragano
Obama: "State pronti ad evacuare"

Una veduta satellitare di Isaac

Ora è ufficiale. La tempesta tropicale Isaac è stata "promossa" ed è diventata un uragano, per ora di categoria 1 in una scala che arriva fino a 5. L'allarme lo ha lanciato il presidente degli Stati Uniti in persona, Barack Obama: "Ascoltate le autorità: se vi dicono di evacuare, evacuate". Obama ha poi esortato i suoi connazionali a non sottovalutare l'emergenza, poiché Isaac "sarà una grande tempesta". Il suo arrivo, ha sottolineato il presidente leggendo un breve comunicato alla Casa Bianca, "potrebbe causare diverse inondazioni".

La zona dell'allerta - I venti dell'uragano soffiano a 119 km/h. Isaac si trova sempre più vicino al Golfo del Messico e al fiume Mississipi, e dovrebbe abbattersi sulle corse statunitensi nella serata italiana di martedì. L'allerta uragani resta attivo dalla zona est di Morgan City (Louisiana) fino al confine tra Alabama e Florida. L'area comprende New Orleans, che sette anni fa fu devastata dall'uragano Katrina.

Non evacuata New Orleans - Secondo gli esperti, però, Isaac difficilmente supererà il livello 1, o nello scenario più difficile il livello 2. La circostanza ha spinto il sindaco di New Orleans a non far evacuare la città, anche se le contee circostanti sono state evacuate. "C'è un punto al di là del quale una evacuazione obbligatoria non è più possibile, e siamo giunti a questo punto - ha spiegato il primo cittadino di New Orleans, Martin Landrieu -. E non ci aspettiamo un evento analogo a Katrina, con gli argini che si rompono".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400