Cerca

Imprenditore muore d'infarto durante un blitz della Finanza

 

Al blitz della Finanza il suo cuore non ha retto. Michele Iuliano, 88 anni, è deceduto dopo un malore durante una perquisizione eseguita dalla Guardia di Finanza nella sua abitazione nell’ambito di un’inchiesta sulla compagnia di navigazione Deiulemar. Iuliano è stato amministratore della Deiulemar, compagnia di navigazione, che gestiva alcune rotte marittime nel Mediterraneo ed era ad azionariato diffuso, fino all’inizio di quest’anno, quando la società armatrice di Torre del Greco ha cominciato a risentire di una pesante situazione debitoria ed era stato sostituito.

La Guardia di Finanza stava eseguendo una perquisizione domiciliare nell’ambito di una inchiesta aperta dalla procura di Napoli sul crac della compagnia, che ha generato non pochi problemi di ordine pubblico nella cittadina vesuviana e che è stata dichiarata fallita la scorsa settimana, dopo la richiesta avanzata da alcuni creditori, nonostante ci fosse una proposta di concordato.   L'uomo, secondo quanto si è appreso, ha avvertito un malore poco dopo l’inizio della perquisizione e, nonostante le prime cure prestategli dai finanzieri e l’arrivo di personale del 118, è deceduto per arresto cardiocircolatorio.

 

torre del greco, napoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perfido

    09 Maggio 2012 - 19:07

    la Guardia di Finanza, si è presentata in abiti borghesi. L'anziano 88enne, avrà confuso i finanzieri per i "ladri" ed ecco che, è subentrato l'arresto cardiocircolatorio. Come può darsi che, si sia disfatto di qualche "peso" e, quindi, sarà morto (di contentezza). Un eterno riposo. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • lorella63

    09 Maggio 2012 - 13:01

    Non fatelo sapere a Montimer....dirà che è stato Berlusconi! spocchioso e altezzoso individuo..

    Report

    Rispondi

blog