Cerca

Allarme bomba a Genova in una sede di Equitalia

Genova - E' rientrato l'allarme bomba in un edificio di fronte al tribunale di Genova al cui interno c'è anche un ufficio di Equitalia. Lo stabile era stato evacuato e la zona transennata per ordine della polizia che ha ricevuto una telefonata anonima alla centrale operativa del 113. Gli artificeri, però non hanno trovato nulla e gli impiegati sono tornati al lavoro. 

A Napoli - Incendiata auto di un dipendente di Equitalia. L’episodio è accaduto nella notte, a Portici, nel Napoletano. Le fiamme hanno completamente distrutto la Honda Civic di un ispettore dell’agenzia di riscossione di via Bracco a Napoli. Coinvolte altre due vetture che hanno riportato gravi danni. L’allarme è scattato intorno alle 4: l'auto era parcheggiata all’interno del Parco Longobardi, in via San Cristofaro. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco ed i carabinieri: a terra, sono stati rinvenuti i frammenti di vetro di due bottiglie che, presumibilmente, contenevano liquido infiammabile. L’ispettore, in forza al settore pignoramenti, ascoltato dai militari, non avrebbe fornito alcun indizio utile per risalire al piromane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    10 Maggio 2012 - 19:07

    Disagio sociale e tensione.L'altro giorno uno si chiude armato in una sede di Equitalia e spara,A genova riprende l'attività terroristica.E sparano.Equitalia ha subito 250 attacchi dinamitardi,poi che altro?Ragazzi temo che qui va a finire male.Passera teme per l'unità del paese.150 anni fa fecero l'Italia.Qualcuno si è dimenticato di fare gli Italiani.

    Report

    Rispondi

  • lobadini

    09 Maggio 2012 - 15:03

    Peccato.... .stava arrivando quel maiale di Befera! Ma sara' per la prossima volta lui è gia' dentro la fossa

    Report

    Rispondi

  • rover600

    09 Maggio 2012 - 14:02

    ECCO QUELLO CHE AI SEMINATO ! ORA RACCOGLI I FRUTTI DEL TUO RIGORE??? SIETE ___INCAPACI___!!!!!

    Report

    Rispondi

  • decibel

    09 Maggio 2012 - 14:02

    questi governanti, abbiamo capito non hanno voglia di cambiare, a loro fa comodo questo stato di fatto, stanno scherzando con il fuoco, comprese le parole stucchevoli di nonno Napolitano, possibile che non ci sia stato uno solo uno, mi riferisco a qualche parente delle vittime delle br, che si sia alzato e gridato a nonno Napo, "pulcinella". Sarà sempre peggio e lo hanno voluto gli incapaci, arroganti, privilegiati come nonno Napolitano che lo paghiamo a fior di milioni dal lontano 1953, altro che due legislature max come dice il movimento 5 stelle. A morte i persecutori del popolo italiano.

    Report

    Rispondi

blog