Cerca

Scivoloni

Il sindaco di Taranto
festeggia con la pistola

Vince alle amministrative e si presenta al comitato armato. Bufera sul web

Ezio Stefano (Sel) si giustifica: "Ho il porto d'armi da trent'anni. La pistola mi serve solo ed esclusivamente per difesa personale"
Il sindaco di Taranto
festeggia con la pistola

 

Vince. A Taranto viene riconfermato sindaco. Così Ezio Stefano corre al suo comitato elettorale per dare inizio alla festa. Peccato che si presenti con fondina e pistola. E per il candidato di Sinistra e Libertà, il partito di Nichi Vendola, è subito bufera. Il sindaco-sceriffo ha provato a spiegare: "Sono passato di là soltanto per pochissimi minuti e per invitare tutti a non festeggiare, visto che a Brindisi si stavano celebrando i funerali di Melissa Bassi. Sono stato lì per pochi secondi". Ma nel comitato elettorale, tra segni di giubilo, strette di mani e braccia levate al cielo per celebrare la vittoria, ecco che la giacca di Stefano si scosta e spunta la pistola (immortalata anche in altre fotografie). Il sindaco si giustifica spiegando di avere il porto d'armi da trent'anni, e che la pistola serve solo ed esclusivamente per la difesa personale. Ma sul web la polemica sull'opportunità di presentarsi davanti alle telecamere con un'arma alla cintura era già stata innescata.

Il paradosso del pacifista armato - Subito dopo la pubblicazione dello scatto choc, i detrattori hanno però sottolineato come il primo cittadino avesse da sempre dichiarato la sua totale contrarietà all'utilizzo delle armi, tanto che all'inizio del suo mandato proibì a vigili e forze dell'ordine della città l'utilizzo di pistole e manganelli. 

taranto, italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • reddevil

    23 Maggio 2012 - 23:11

    Povero sindaco,mi sembra di vedere una scena di un film di Sergio Leone con pistola a tamburo infilata nella cintura dei pantaloni,mi sembra più esibizionismo che altro.Comunque non ritengo giusto che io per difesa personale nonostante un porto d'armi regolare e armi regolarmente denunciate non possa portarmela a presso per difendermi. Mentre il sindaco SI. Non capisco questa disparita di potersi difendere, i delinquenti non guardano se uno è sindaco o camionista ti aggrediscono e basta.

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    23 Maggio 2012 - 22:10

    Solo i Tarantini potevano votarlo.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    23 Maggio 2012 - 19:07

    verrebbe giudicato il solito fascista violento, ma essendo lui di sinistra viene giudicato come un benefattore del cittadino perchè risparmia sulla scorta armata. così va il mondo !

    Report

    Rispondi

  • longhma

    23 Maggio 2012 - 17:05

    Non ha bisogno di difendersi con armi ed altri stratagemmi.... Svegliamoci per favore..... soprattutto alla Magistratura !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog