Cerca

Scandali ecclesiastici

Prete rimosso dal Vaticano: "Gravi comportamenti immorali" con missionarie

Padre Luigi Prandin avrebbe avuto atti sessuali con alcune donne maggiorenni della Comunità di Villaregia

Sospesa anche la cofondatrice che avrebbe coperto le azioni del prete
Padre Luigi Prandin e Maria Luigia Corona

Non c'è pace per la Chiesa. Dopo il video scandalo del vescovo sudamericano al mare abbracciato a una donna, è la volta dell'Italia.

Missionario - A essere coinvolto è il padre fondatore della Comunità polesana missionaria di Villaregia, il veneziano Luigi Prandin, oggi 73enne e per anni in missione in Sud America. Il Vaticano ha disposto la rimozione dall'incarico, perché il prete si sarebbe macchiato di "gravi comportamenti immorali". Avrebbe compiuto atti sessuali con alcune missionarie, che sarebbero avvenuti in sedi all'estero. Con lui ha subito la stessa sorte la cofondatrice della Comunità, la teologa Maria Luigia Corona, perché avrebbe saputo delle azioni del prete, ma ne avrebbe taciuto per evitare lo scandalo. La Comunità, fondata nel 1981, lavora soprattutto nei Paesi in via di sviluppo con attività di aiuto ai poveri e conta 14 case e oltre 500 mila simpatizzanti.

Scoperta - I vertici del Vaticano sarebbero venuti a conoscenza della vicenda dopo l'arrivo di alcune lettere anonime indirizzate al vescovo di Chioggia, monsignor Adriano Tessarollo, che ha poi informato i suoi sacerdoti, senza però spiegare i particolari più pruriginosi della storia. Dalla Comunità polesana trapelano pochi commenti: "Non possiamo dare né notizie ufficiali né ufficiose. Viviamo nella sofferenza, ma nulla è cambiato nella vita giornaliera". Ma c'è ancora fiducia nei confronti dei fondatori: "Tanti santi hanno sofferto per calunnie e invidie, come padre Pio. Alla fine emergerà la verità. Spero che i calunniatori si pentano".

Situazione in divenire - La Comunità in una nota ufficiale spiega che "in seguito a un'indagine approfondita del Pontificio consiglio per i laici sull'operato dei fondatori è stata decisa la loro rimozione a motivo di gravi comportamenti immorali di padre Luigi nei confronti di alcune missionarie maggiorenni, avvenuti in passato, di cui la fondatrice era a conoscenza. Il Pontificio incoraggia la Comunità missionaria di Villaregia a proseguire la sua azione evangelizzatrice. Questo invito si estende a tutti i volontari e i membri aggregati, impegnati nelle numerose attività di evangelizzazione e di solidarietà internazionale a favore dei più poveri presenti nei Paesi in via di sviluppo". Nel frattempo il commissario pontificio Amedeo Cencini, sacerdote canossiano, è stato nominato per guidare la Comunità nel periodo di transizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • graziella

    25 Giugno 2012 - 11:11

    piuttosto che pedofilo meglio che trombi le fedeli, a patto che siano consenzienti altrimenti sarebbe stupro ed allora no, allora non va bene affatto. Se tutti i mali del mondo fossero le trombate dei preti che non rinnegano di essere maschi innanzitutto, ben vengano, meno ipocrisia e guardiamo alla sostanza delle azioni non alla morale dei soliti falsi bacchettoni...

    Report

    Rispondi

  • albertodalecco

    23 Giugno 2012 - 19:07

    Signori alti prelati, siete degli IPOCRITI! E' peggio quello che (forse) ha fatto il missionario, che si fa il mazzo da mattina a sera, oppure il buon Bertone con gli intrallazzi dello IOR, del mai dimenticato 'Monsignor' (!) Marcinkus? Ma vergognatevi!! Nascondetevi, voi che maneggiate i miliardi della mafia!

    Report

    Rispondi

  • gianko

    23 Giugno 2012 - 14:02

    hanno già gli handicaps della fede e dei dogmi(l'immortalità dell'anima, la vita ultraterrena, la verginità della madonna, la resurrezione di cristo, ecc.) poi il voto di castità che per un uomo NORMALE (cioè con la dose giusta di testosterone) è ben difficile da rispettare.. poi la chiesa cattolica ha la confessione e il perdono, basta pentirsi..basta che lascino stare i/le fanciulli/e.. anche in illo tempore c'erano tanti figli di preti (mantenuti dai mariti delle 'fedeli' sì, ma porcelle)

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    23 Giugno 2012 - 13:01

    prete faceva sesso con le missionarie .... o erano le missionarie che facevano sesso con l'unico prete a disposizione nel raggio di 1000 Km? Un po' di umana comprensione a volte è necessaria... cribbio!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog