Cerca

A Piacenza

Sesso in cambio di promozione: arrestato
Il prof adescava le studentesse su Fb

Fermato dalla Polizia dopo un anno di indagini

Chiedeva prestazioni sessuali in cambio di bei voti. P.V., un insegnante di informatica dell'Istituto tecnico commerciale "G.D.Romagnosi" di Piacenza è stato arrestato dalla Polizia di Piacenza con l'accusa di aver fatto sesso con una sua studentessa minorenne di meno di 16 anni.

La Squadra Mobile della città emiliana ha spiegato che è stata un'inchiesta difficile, che ha richiesto una stretta collaborazione con la Polizia postale e delle comunicazioni. Gli inquirenti hanno raccolto prove inconfutabili sulle proposte fatte via Facebook dall'insegnante per incontri sessuali con alcune sue alunne minorenni in cambio della sufficienza o di voti migliori nella propria materia. In particolare tra il dicembre 2012 e il gennaio 2011 l'uomo avrebbe richiesto del sesso orale in cambio della sufficienza nella sua materia a una ragazza, che ha rifiutato. Invece dall'ottobre 2011 avrebbe messo in atto una vera e propria relazione con un'altra studentessa, consumando un rapporto completo. L'arresto è avvenuto pochi giorni fa, ma è stato reso noto solo oggi. L'uomo avrebbe dimostrato anche durante le lezioni atteggiamenti morbosi, come accarezzare o baciare alcune parti del corpo e fare battute a sfondo sessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra2

    27 Giugno 2012 - 19:07

    qualche promozione o assunzione avvenuta in seguito a prestazioni sessuali. Non vogliamo generalizzare, ma se fosse possibile rifare esami universitari dove sono stati elargiti 30 o 110 ad avvenenti fanciulle, quante sorprese verrebbero fuori!

    Report

    Rispondi

blog