Cerca

Gli uomini di Don Verzé

San Raffaele, rubarono un milione dal caveau
Arrestati tre agenti della security

Pochi giorni prima del suicidio di Mario Cal prelevarono denaro contante e titoli

Gli agenti avrebbro anche tentata un'estorsione per indurre un imprenditore a risolvere anticipatamente un contratto di locazione
Don Verzé

Rubarono dal caveau del San Raffaele un milione di euro in contanti e titoli pochi giorni prima del suicidio di Mario Cal,'braccio destro' di don Luigi Verzè, il fondatore del gruppo ospedaliero. Con l’accusa di furto sono stati arrestati oggi Antonio Vito Cirillo e Francesco Pinto, membri della security del San Raffaele. Con loro è stato arrestato anche Danilo Donati, in posizione apicale nella security della fondazione, accusato quest’ultimo di tentata estorsione e di incendio. Un’accusa, quest’ultima, mossa anche nei confronti di Antonio Vito Cirillo.

Nell’ordinanza di custodia cautelare si fa riferimento al reato di tentata estorsione che sarebbe stato commesso per indurre l’imprenditore Andrea Lomazzi a risolvere anticipatamente un contratto di locazione con la fondazione Monte Tabor e consentire così a quest’ultima di rientrare nella disponibilità di alcuni terreni sui quali sviluppare nuove iniziative immobiliari. Lomazzi era il titolare della società che aveva in locazione il campo sportivo verso il quale Don Verzè aveva mire espansionistiche. L’episodio risale al 2006 e vine contestato al solo Lomazzi in concorso con Don Verzè, deceduto nel dicembre scorso. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • do72

    03 Luglio 2012 - 09:09

    hanno fatto la scarpetta!!!!

    Report

    Rispondi

  • do72

    03 Luglio 2012 - 08:08

    hanno fatto la scarpetta!!!!

    Report

    Rispondi

  • bepper

    02 Luglio 2012 - 16:04

    Mangano si curava al S. Raffaele?

    Report

    Rispondi

blog