Cerca

Benedette spese

Il Vaticano spende troppo
Conti in rosso per la Santa Sede

Il bilancio 2011 presenta un disavanzo di circa 15 milioni di euro

I capitoli di spesa più impegnativi sono stati quelli relativi al costo del personale, 2.832 unità, e ai mezzi di comunicazione sociali
Il Vaticano spende troppo
Conti in rosso per la Santa Sede

In Vaticano si spende troppo per la "comunicazione" e i dipendenti. E così il Bilancio consuntivo consolidato della Santa Sede per l’anno 2011 chiude con un disavanzo di 14 milioni 890mila euro. I capitoli di spesa più impegnativi, si legge in una nota, sono stati proprio quelli relativi al costo del personale che "al 31 dicembre contava 2.832 unità, e ai mezzi di comunicazione sociali, considerati nel loro complesso". Sul risultato 'in rosso' ha influito però anche "l'andamento negativo dei mercati finanziari mondiali che non ha consentito di raggiungere gli obiettivi preventivati". Eppure il Bilancio Consuntivo Consolidato della Santa Sede per l’esercizio 2010 aveva fatto registrare un attivo di quasi 10 milioni di euro, primo risultato positivo soprattutto dopo due bilanci precedenti in perdita: quello 2009, che aveva fatto segnare perdite per 4,1 milioni di euro e quello 2008 in cui il rosso era invece stato di 911mila euro. Il marcato disavanzo del 2009, però, era dovuto in parto al 'riassorbimento' delle perdite lasciate fuori bilancio nel 2008 in seguito alla crisi finanziaria, in accordo con la prassi contabile internazionale. 

Il Governatorato, che ha un’amministrazione autonoma e indipendente e conta su 1.887 persone assunte, ha chiuso invece il 2011 con un attivo di 21 milioni 843mila euro. Il suo bilancio era tornato in attivo nel 2010 quando aveva registrato entrate per 255,9 milioni di euro e uscite per 234,8 milioni, con un utile di 21 milioni di euro. Nel 2009, invece, il Governatorato aveva fatto segnare un passivo di 7,8 milioni di euro e nel 2008 addirittura di 15,3 milioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    06 Luglio 2012 - 02:02

    la solita spalata di fango per convogliare odio contro la Chiesa? Per fortuna non vi smentite mai.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    06 Luglio 2012 - 00:12

    Meno viaggi, meno cerimonie, niente vacanze a Castel Gandolfo, meno viaggi e soprattutto meno partecipazioni finanziarie nelle grandi holding immobiliari, bancarie e industriali. Non verranno mica bussare a quattrini da noi, vero? Per quanto mi riguarda è da anni che non destino più l'otto per mille alla chiesa cattolica. Provino un po' a contenersi, in tutti i sensi...........

    Report

    Rispondi

  • spalella

    05 Luglio 2012 - 15:03

    occhio ai portafogli, ma soprattuto occhio alle nostre tasse.... e il recente contributo per 200 milioni alle scuole private è un'altro palese finanziamento al parassita millenario che ci da sempre ci sfrutta. IO intanto gli ho negato nuovamente il mio 8x1000 e spero di cancellarlo al più presto questo stato ridicolo, spero di sfrattarlo dal nostro territorio, che vada a infettare qualcun'altro.

    Report

    Rispondi

blog