Cerca

Processo a Silvio

Pg contro il giudice che ha assolto il Cav
La Severino manda gli ispettori

Interrogazione del Pdl sul Procuratore Minale che ha chiesto una verifica sull'operato del magistrato che ha prescritto il reato di Berlusconi

Gli avvocati-deputati di via dell'Umiltà sostengono che si tratta di "un'ingerenza non consentita nella gestione del tribunale"
Pg contro il giudice che ha assolto il Cav
La Severino manda gli ispettori

La prescrizione di Silvio Berlusconi al processo Mills non è andata giù ai magistrati: il procuratore generale di Milano, Manlio Minale, ha inviato due lettere al presidente della Corte d'Appello, Giovanni Canzio, per far luce sui motivi che hanno portato l'estinzione del reato per il Cavaliere. Minale sottolinea "l'inadeguatezza del calendario" e "l'ingiustificata disattenzione" di fronte ai segnali di preoccupazione lanciati dal Pm Fabio De Pasquale. La notizia, data dal Corriere, ha fatto partire la reazione indignata di un gruppo di parlamentari-avvocati del Pdl che hanno presentato un'interrogazione urgente al ministro della Giustizia Paola Severino per chiarire la vicenda definita "un'ingerenza non consentita". 

Manlio Contento, Enrico Costa, Maurizio Paniz, Salvatore Torrisi e Luigi Vitali sostengono che "lagnarsi dei tempi del processo a Berlusconi costituisce oltreché atipica reazione verso la sentenza del tribunale", anche "un non consentito monito, se non pressione, nei confronti di tutti i magistrati che si occupano e si occuperanno di Berlusconi a procedere con corsia assolutamente preferenziale e non assumere decisioni sfavorevoli alla Procura, pena il rischio di vedersi avviare procedimenti disciplinari contro", si legge nel documento reso noto dal Giornale. 

Di qui la richiesta al ministro di "verificare a mezzo dei poteri ispettivi" quanto accaduto a Milano, e magari se ci sono precedenti da parte di Minale per "censurare il calendario delle udienze" e nel caso "assumere provvedimenti necessari per ristabilire il massimo grado di rispetto dei principi di terzità, di equidistanza e di parità fra i cittadini". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • danianto1951

    14 Luglio 2012 - 07:07

    quei cessi dove impuniti loro colleghi togati praticano la pedofilia.

    Report

    Rispondi

  • aldogam

    14 Luglio 2012 - 01:01

    Immagino che Minale abbia intrapreso analoghe iniziative per tutte le migliaia di processi finiti in prescrizione per fancazzizsmo dei pm. Ovviamente.

    Report

    Rispondi

  • deltabravo

    13 Luglio 2012 - 20:08

    Chissà perchè tutto ciò che si tocca è colpa del Berlusca,già hai rotto il giocattolo al PCI poi diventato Ulivo,Quercia,ecc,sempre legno simbolo di randellate da vecchia scuola fascio/comunista,mai dimenticata,ma sempre di attualità,devi soccombere a tutti i costi,però ti tengono sulle bracie perchè non sanno cosa dire,fare ma soprattutto decidere,falli contenti,stacca la spina a Monti,ripresentati al popolo con poche cose da fare ma serie,manda a casa gli in amovibili di vecchi governi,mummie del passato e cancro della nostra società,torna normale uomo di città e ascolta i problemi della gente e vedrai che ci risolleviamo.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    13 Luglio 2012 - 20:08

    la severino ancora non sa che berlusca è innocente; solo i sinistri possono pensare che non lo sia. Mica noi di destra siamo coglioni!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog