Cerca

Manifestazione ad alta tensione a Taranto

Ilva, Cobas contro sindacati
"La rovina dell’Italia siete voi"

Blitz degli autonomi a piazza Vittoria: fumogeni e insulti. I sindacalisti costretti ad andarsene scortati dalla polizia

Landini (Fiom) : "Era una cosa preordinata". I contestatori sostengono la necessità di chiusura immediata dell'impianto per interrompere la diffusione di inquinanti
foto tratta da Twitter

Sono dovuti scendere dal palco e andarsene con la coda tra le gambe scortati dalla polizia. I leader sindacali non hanno potuto neanche finire loro discorso che si erano preparati sull'Ilva. Fumogeni, spintoni e urla hanno prevalso sulle parole. Anche su quelle di Maurizio Landini, segretario della Fiom, che si è dovuto fermare sul più bello dell'arringa. I contestatori, giunti nel cuore di Piazza della Vittoria a Taranto dove era stata organizzata la manifestazione a bordo di un furgoncino da cui diffondevano fumogeni colorati, sono stati invitati dagli organizzatori della manifestazione sindacale a prendere la parola dal palco. Ma hanno preferito continuare a urlare slogan come "La rovina dell’Italia siete voi". "Sì ai diritti no ai ricatti: occupazione, salute, redditi, ambiente' hanno scritto su un manifesto il gruppo dei contestatori, per lo più militanti dei centri sociali e dei Cobas che sostengono la necessità di chiusura immediata dell'Ilva per interrompere la diffusione di inquinanti. "Questi sindacati non ci rappresentano - ha detto uno di loro, operaio dell'Ilva - hanno tirato fuori il peggio di noi, il peggio di questa città. In quella fabbrica - ha aggiunto - non ci sono diritti, non c'è dignità. C'è abbandono totale. Noi conosciamo i nostri problemi e chi ci rappresenta. Se un segretario interviene a un'assemblea manifestando solidarietà a otto persone che ci hanno sottomessi, perseguitati, minacciati e avvelenati - ha concluso il lavoratore - è un sindacato che non conosce i nostri diritti o è troppo assoggettato all'azienda".

"La controparte è l'Ilva che deve fare gli investimenti, le divisioni sono da evitare", ha commentato Landini sostenendo che "era una cosa preordinata poichè sono arrivati in piazza e hanno staccato i fili del microfono, forse c'è stato qualcosa che non è andato nel senso giusto dal punto di vista del servizio d'ordine. Comunque nulla toglie al valore di una manifestazione che in queste proporzioni non c'era mai stata in questa città finora". Sconcerto tra i politici presenti in piazza: "E' incredibile ed assurdo quello che è avvenuto - hanno commentato i deputati Ludovico Vito (Pd) e Stefano Saglia (Pdl)- si è consentito che un camioncino entrasse nella piazza ed arrivasse sin sotto il palco. Questo è assurdo. La responsabilità dell’ordine pubblico non spettava al servizio d’ordine del sindacato ma alle forze di polizia". E’ chiaro che è stata rubata la piazza ai lavoratori: questo il commento del segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, all’interruzione del comizio dei leader Cgil, Cisl e Uil, ad opera di un folto gruppo di contestatori. "E' chiaro - ha detto Camusso - che in una vertenza così complicata tra i lavoratori possono emergere opinioni diverse". 

I contestatori hanno poi preso la parola con un impianto audio montato sul 'tre ruote' giunto nella piazza e, dopo aver preso le distanze dai sindacati, hanno anche letto un comunicato per ricordare il 32o anniversario della strage di Bologna. Le forze dell'ordine in assetto antisommossa si sono compattate in un cordone. "Andiamocene altrimenti ci caricano", dicono al megafono i rappresentanti dei Cobas, che urlano: "Lo facciamo per i nostri figli".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • djuna29

    08 Agosto 2012 - 20:08

    PERCHÈ?spiegami se puoi, il senso del tuo scritto; e domandati, come mai la tua Amica Marina, sia andata via! ti ha sfiorato, solo per un attimo il pensiero, che potrebbero, forse involontariamente, chiuso l'accaunt, o altre diavolerie simili!! può essere no? anch'io desidererei tornasse e mi metto nei suoi panni! SÌ, è fantastico il mare Sardo,cristallino come pochi! un abbraccio dal tuo djuna29 con affetto!

    Report

    Rispondi

  • djuna29

    08 Agosto 2012 - 20:08

    PERCHÈ?spiegami se puoi, il senso del tuo scritto; e domandati, come mai la tua Amica Marina, sia andata via! ti ha sfiorato, solo per un attimo il pensiero, che potrebbero, forse involontariamente, chiuso l'accaunt, o altre diavolerie simili!! può essere no? anch'io desidererei tornasse e mi metto nei suoi panni! SÌ, è fantastico il mare Sardo,cristallino come pochi! un abbraccio dal tuo djuna29 con affetto!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    06 Agosto 2012 - 20:08

    dei nostri mari....sardi?Ciao Marina.

    Report

    Rispondi

  • djuna29

    04 Agosto 2012 - 20:08

    anch'io amo la buona cucina, e sono una buona forchetta...insomma faccio onore alla tavola, pur pesando solo 50 chili, forse brucio molto, sono una mariposa! ma seguirò il tuo consiglio...non posso dirti dove, ma mangerò,(ne ho desiderio) spaghetti alle vongole, orata, dei nostri mari... verdure grigliate, non che un favoloso dolce, che non posso svelarti, accompagnando il tutto con un ottimo vino, anche in questo caso non posso svelarti il nome e...terminando con un buon Champagne,(solo un tantino) che aimè adoro e che è l'unica bevanda, che non mi da alla testa! BUONA DOMENICA ANCHE A TE! spero di risentirti presto! CIAO!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog