Cerca

Sorpresa no low cost

Volo da 300 euro per la Sardegna
La valigia si paga a parte

Pagare in più per un volo di linea è una novità assoluta

di Alessandra Menzani

Pagare in più se vuoi imbarcare la valigia sull’aereo in un volo non low cost (come quelli Ryan Air) è francamente una sorpresa. Non piacevole. Premessa: sborsare quattrini a parte per il bagaglio in un volo a basso prezzo, come molti sanno, è la norma. Ma pagare in più per un volo di linea, in questo caso Meridiana Fly, la compagnia che vola in Sardegna, è una novità assoluta. Certo, il viaggiatore dovevamo leggere con più attenzione la postilla nei siti che vendono i voli aerei (Lastminute.com; Edreams.com) e notare che in una riga molto ben nascosta il cliente doveva controllare sul sito della compagnia di viaggio eventuali spese in più da sostenere. Ovvero dieci euro per avere il bagaglio in stiva. Dieci euro che si aggiungono al prezzo del volo che non è certo basso, soprattutto nei giorni di Ferragosto. 

Sta di fatto che per un’ andata e ritorno Milano Linate-Olbia c’è chi ha speso 215 euro e chi 330, a seconda degli orari delle tratte e di quanto tempo prima è avvenuta la prenotazione.  Bene, chi non ha fatto questa operazione prima del volo, deve pagare trenta euro in aeroporto. Trenta per l’andata e trenta per il ritorno, per un totale di sessanta euro all’ufficio biglietti dell’aeroporto. Lì ti spiegano che se vuoi evitare di pagare trenta euro per il viaggio di ritorno puoi andare sul sito di Meridiana e versare dieci euro. 

Queste simpaticissime misure sono state applicate - apprendiamo in seguito - sui biglietti emessi a partire dal gennaio scorso. Alzi la mano chi ne era a conoscenza.  Ovviamente raccontiamo tutto questo perché ci è capitato (come è successo ad altri viaggiatori imbranati, ma poi neppure tanto): siamo andati sul sito della compagnia aerea il giorno prima del volo del ritorno ma - nonostante l’impegno e lo sforzo collettivo - l’operazione «paga per avere la valigia  nella stiva» non è stata effettuata con successo. Ergo: trenta euro in meno nel portafogli.

Morale della favola: in periodo di crisi le compagnie aeree, Meridiana Fly ad esempio, hanno avuto questa bella trovata per racimolare qualche soldo in più, per la felicità (come no) dell’italiano medio che va in vacanza. Pagare il bagaglio oltre il biglietto dell’aereo era una cosa che si era vista solo per i voli a basso prezzo (dai quindici euro in su) non per quelli di trecento euro. Ma così è. Ci abitueremo all’idea. Anche se sarebbe stato più corretto un briciolo di chiarezza (gratis) in più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Blackman1

    21 Agosto 2012 - 07:07

    Beato lei. E' evidente, almeno a me che ci lavoro, che qualche tariffa viene volontariamente venduta a un prezzo irrisorio, al solo scopo di propagare il mito. Inoltre, visto che lei sembra un viaggiatore preparato, saprà bene che Ryanair opera in Italia in regime di concorrenza falsato, dal momento che "prende" denaro dagli aeroporti nei quali opera. Mi rendo conto che a lei, in qualità di passeggero, interessa poco cosa c'è dietro e interessa invece molto un biglietto a 6 euro. Se nell'aeroporto di Bergamo, oltre a partire, ci lavorasse pure, forse non sarebbe così soddisfatto di quel biglietto. Oppure è convinto davvero che alla Ryanair siano più bravi di tutti gli altri?

    Report

    Rispondi

  • krystaleyes

    20 Agosto 2012 - 12:12

    Salve Sono riuscito a volare con ryanair con solo 6 euro andata e 6 euro ritorno da bergamo a cagliari, comprensive di tasse. Ovviamente ho prenotato con circa 15 giorni di anticipo. Ancora oggi se si va sul sito della ryanair e si fa un piano di volo iniziando da settembre si trovano tariffe bassissime. La Meridiana si definisce low cost ma non lo è affatto, molto meglio quando volava sotto la livrea dell'alisarda. Volo spesso con ryanair da bergamo e con easy jet da malpensa e devo dire che effettivamente si trovano delle offerte che addirittura meno di un biglietto di un treno regionale da milano a bologna. Buon viaggio a tutti achille

    Report

    Rispondi

  • Blackman1

    18 Agosto 2012 - 21:09

    Gentile sig.ra Menzana, mi tolga una curiosità: lei è mai riuscita a volare con Ryanair alle tariffe promesse? Io lavoro nel settore aereo e non ci sono mai riuscito. Il tanto pubblicizzato biglietto a 0,99 euro si è sempre trasformato, pur con tutti gli anticipi e accorgimenti del caso da parte di un professionista del settore, in almeno 150. Almeno. Se qualcosa va storto poi (va sempre storto qualcosa, mi creda), si rimpiange amaramente di non averne pagati 300. L'assistenza ai passeggeri, i reinstradamenti, il trasferimento via superficie in caso di dirottamento per maltempo (l'elenco è lungo, ma mi fermo qui)non fanno parte del DNA della compagnia irlandese, come la stragrande maggioranza degli utenti ha potuto constatare di persona. Però, certo, la differenza da 150 a 300 le deve essere sembrata sufficiente a scrivere un articolo senza approfondire. Un po' come facciamo noi popolino quando buttiamo lì un "i giornalisti sono un branco di ignoranti". Saluti.

    Report

    Rispondi

blog