Cerca

Svolte a sinistra

Fini in ginocchio dal Pd
"Alleiamoci nel 2013"

Su Il Futurista un editoriale: "Terzo Polo e Democratici insieme anche nella prossima legislatura"

Futuro e Libertà allo sbando: per cercare di sopravvivere chiama anche Bersani. "Siamo noi le forze responsabili di questo paese"
Fini in ginocchio dal Pd
"Alleiamoci nel 2013"

Gianfranco Fini e i suoi gettano la maschera. Futuro e Libertà, "forte" delle briciole percentuali che gli accreditano i sondaggi, cerca una strada per sopravviere. E quella strada vira drasticamente a sinistra. Tanto che i futuristi si spingono ad ipotizzare un'alleanza con il Partito Democratico. Lo spiega senza giri di parole Gianluca Sadun Bordoni, membro della Segreteria di Fli sul Futurista, il giornale online di famiglia.

"Terzo Polo con la sinistra" - "La realtà che appare sempre più evidente - scrive Bordoni - è che a sostenere lo sforzo di Monti ci sono, con coerenza e pazienza, solo il Terzo Polo e, con qualche difficoltà, il Partito Democratico. Queste sono le forze che compongono quell'alleanza 'Salva Italia', attorno alla quale soltanto sarà possibile proseguire l'esperienza del governo Monti anche nella prossima legislatura, procedendo sulla strada del risanamento e ridando al nostro paese il ruolo e il prestigio che merita in Europa". Ecco dunque che la squadra di Fini delinea l'alleanza del futuro: il Terzo Polo insieme al Pd. 

"Un atto obbligato" - "Il fatto che il Pdl, per ora, sostenga il governo - continua l'editorialista - è certamente un atto di responsabilità, ma altrettanto certamente un atto obbligato, senza alternativa che non fosse la catastrofe. Del resto, la tentazione di abbandonarlo pare nel Pdl sempre più forte, nè c'è da stupirsene. Era inevitabile che tale latente contraddizione prima o poi emergesse. Ad essa non c'è soluzione, in questa legislatura. Tranne, naturalmente, la sciagura di elezioni anticipate".

"Un mutamento radicale" - "Chi immagina lo scenario della grande coalizione dopo il 2013 - ha concluso -, magari favorito dal ritorno al proporzionale, ipotizza evidentemente un mutamento radicale e rapido degli equilibri politici, ad esempio uno sfaldamento a breve del Pdl, che ne liberi l’anima moderata e 'montiana' (quanto consistente e 'presentabile', poi?). E’ lecito però chiedersi se le evidenti tensioni interne al Pdl produrranno davvero l’implosione attesa da qualcuno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    07 Maggio 2012 - 15:03

    Il viale del tramonto è brutto e triste per tutti: star, prime donne,politici,ecc. Non sempre si riesce a percorrerlo con dignità.

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    07 Maggio 2012 - 15:03

    Vedere un Fini che si allea con un Dalema, ecco, se l'avessero detto una decina di anni fa sarebbe scoppiata la rivoluzione. Come può una persona che nasce da un ex partito fascista, che, credo, abbia perseguito una politica di destra o estrema destra, pensare solamente di allearsi, non dico con una forza politica di centro, ma di sinistra, come l'ex partito comunista, che è sempre stato vicino all'Urss, quindi ad una dittatura comunista, con idee e politicamente di estrema sinistra o di sinistra? L'accoppiamento assomiglia come il diavolo e l'acqua Santa. Però, il Fini, altrimenti sparisce, politicamente parlando.

    Report

    Rispondi

  • alrom

    07 Maggio 2012 - 12:12

    Che vi aspettavate ? Pur di non scomparire dall'agone politico è capace anche di vendersi l'anima al diavolo. poveruomo. Fa pena

    Report

    Rispondi

  • lobadini

    07 Maggio 2012 - 12:12

    Questa nullita' pur di mantenere la poltrona si alleerebbe anche con il mostro di Firenze. Il problema è che non lo caga piu' nessuno!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog