Cerca

La sparata

Suicidi, Monti si lava le mani
e dà la colpa a Berlusconi

Il premier: "Le tragedie umane che scuotono l'Italia sono colpa di chi mi ha preceduto"

Mario Monti

Il premier si lava le mani per i suicidi

"Le conseguenze umane che si sono verificate a causa della crisi devono far riflettere chi ha portato il Paese in questa condizione e non chi sta cercando di salvarlo". La firma in calce alla frase è del premier, Mario Monti, che scarica sulla classe politica che lo ha preceduto la responsabilità dello choh da crisi che sta sconvolgendo l'Italia. Per il professore lo stato in cui si trova l'economia italiana, "drammatico", è "figlio dell'insufficiente attenzione prestata in passato alle scelte di lungo periodo per le riforme strutturali". Il premier finge di non accorgersi che la serie delle vittime della crisi ha iniziato ad allungarsi a dismisura quando le mazzate fiscali e sulle pensioni sono entrate a regime.

Guarda il video commento di Pietro Senaldivicedirettore di Libero

Lo spread resta alto - Il presidente del Consiglio ha poi aggiunto: "Noi ci troviamo in una situazione in cui abbiamo una Germania che continua su una grande disciplina finanziaria, ma contemporaneamente" gli italiani e i francesi "hanno avvertito una esigenza di maggiore crescita". Quindi l'invito alla Germania: "Cerchiamo una crescita coerente con il rigore di bilancio", poiché "non possiamo solo studiare". Secondo il professore, comunque, "c'è più spazio di prima all’agenda italiana per la crescita". Anche le forze politiche insistono, nota Monti, "in questa direzione della crescita e manifestano una certa intolleranza per la disciplina di bilancio. Molti chiedono che il governo italiano picchi di più sul tavolo europeo. Ma - ricorda il presidente del Consiglio - se avessimo picchiato il pugno sul tavolo" dal momento in cui il governo si è insediato nel nostro Paese, "il tavolo avrebbe determinato un sobbalzo e sarebbe salito il grafico dello spread e non la crescita". Poi, sempre sullo spread, l'ammissione del fallimento: "Non decresce al ritmo che speravamo".

"Mai parlato di suicidi" - Poi Monti, però, corregge il tiro e spiegare. "Ho letto con molta sorpresa di aver fatto riferimenti a suicidi, un fenomeno del quale non mi permetterei di parlare in un contesto come questo", ha precisato il presidente del Consiglio. Monti ha anche aggiunto: "ho parlato di conseguenze umane della crisi, non mi riferivo ai suicidi e ho parlato di governi di un largo arco di tempo, non di un governo in particolare. Mi dispiace che tutto possa essere strumentalizzato in questo modo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cheope

    10 Maggio 2012 - 12:12

    Monti scarica la crisi su Berlusconi, e il colle incita la rissa. Qui ormai devono vergognarsi tutti,in primis Berlusconi per averci lasciati con simili personaggi.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    09 Maggio 2012 - 21:09

    Monti governa da 4 mesi. Gli é mancata forse una dose di equità ma ha imposto sacrifici perché i conti pubblici erano nascosti e allo sbando (cfr. debiti statali verso privati e debiti delle autonomia locali). Berlusconi quanti anni ha governato negli ultimi 15 ? Perché non ha creduto (fingeva, in realtà)alla crisi per tre anni? Ma davvero si dorme nelle occaasioni ufficiali e in CDM per avere ''ripassato'' le olgettine? Come puo' un governo essere composto da Bossi, Calderoli,De Gregorio, Gasparri,Cicchitto il piduista e gli altri fuori dalle sbarre per essersi salvati con il voto? Ha ''stra''-ragione Monti e il risultato elettorale lo conferma.E' finito ma puo' ancora far male. E Ghedini perché lo devono pagare - come Pecorella - i cittadini quando é avvocato personale del Premier?

    Report

    Rispondi

  • INCAZZATONERO69

    09 Maggio 2012 - 20:08

    certo che non capisci un cazzo...devo farti il disegno? La Grecia,l'Irlanda,la Spagna,l'Italia,il Portogallo, a breve la Francia, e tutto questo per colpa di un sigolo individuo? Mè cojoni, manco Attila a fatto meglio.Warren buffet, goldman sachs,merryl lyncs, city group, barclays, deutsche bank,rotschild, van rompuy, bildeberg,ecc.. ti dicono niente stì nomi? No...immagino proprio di no. E come diceva Totò: "beata ignoranza"

    Report

    Rispondi

  • osicran2

    09 Maggio 2012 - 15:03

    E' storia vecchia, addebitare ai predecessori tutte le conseguenze del malgoverno! Che Berlusconi abbia commesso errori è indubbio, cominciando da quello clamoroso di non aver conservato il doppio prezzo euro-lira, ma chi è senza colpa scagli la prima pietra! Francamente non ho mai vista tanta superficialità come in quest'ultimo governo di "tecnici" che non ha capito che ogni euro recuperato con il rigore fiscale andava immediatamente investito nel lavoro, nelle imprese produttive e nella "ricerca" in modo da far ripartire l'economia ed un nuovo ciclo virtuale! I suicidi sono frutto delle attuali politiche fiscali ed economiche di questo governo!L'alibi cercato non è valido e puzza di "scaricabarile".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog