Cerca

Crollo centrodestra

Il Pdl sta affondando: terzo partito dietro a Grillo

E ora a rischiare è il segretario Alfano

Pd primo partito in Italia, ma non guadana. Boom del Movimento 5 stelle e crollo del Popolo della libertà. Terzo polo al 10%. Silvio pensa a un grande partito allargato?
Il Pdl sta affondando: terzo partito dietro a Grillo

Brutto colpo per il Popolo della libertà. Ormai il crollo è verticale. Nel sondaggio Ipsos di Nando Pagnoncelli mostrato ieri sera a Ballarò il partito di Silvio Berlusconi è scivolato addirittura al terzo posto, dietro a Partito democratico e Movimento 5 stelle, che dopo l'exploit nelle elezioni amministrative diventa, nelle intenzioni di voto, secondo partito nazionale.

Pdl morto - Berlusconi sapeva già di dover rifondare il partito. E a rischiare ora è il segretario nazionale Angelino Alfano, che non ha saputo rilanciare il Pdl dopo l'appoggio al governo tecnico di Mario Monti. Ormai la creatura nata dall'unione di Forza Italia e Alleanza Nazionale ha ridotto i propri voti al 17,2%, meno della metà rispetto al risultato che aveva ottenuto alle elezioni politiche del 2008, solo quattro anni fa. L'impressione è che il Pdl debba essere smantellato, con il coordinatore Sandro Bondi che ha rassegnato le proprie dimissioni (poi rifiutate da Berlusconi) e Alfano che continua a essere bacchettato dall'ex premier. Ma nessuno dei due convincerebbe gli elettori come candidato premier: 7% per Alfano e solo 5% per Berlusconi.

Boom Grillo - Il Movimento 5 stelle sale al 18,5%, a smentire tutti coloro che sostenevano un suo futuro crollo alle politiche. Molti politici hanno sempre sostenuto che i grillini siano solo espressione di una disaffezione dei cittadini nei confronti dei partiti politici tradizionali e hanno valutato il boom del M5s alle amministrative come un voto che non potesse essere replicato su base nazionale. Il sondaggio smentisce tutte queste interpretazioni e costringe i politici a prendere sul serio il movimento di Beppe Grillo, che, lungi dall'essere solo un comico, è il secondo leader politico più gradito. Il 12% degli italiani lo vorrebbe come premier nella prossima legislatura, al pari con Pierluigi Bersani e sotto a Mario Monti (21%).

Basta politica - Il premier Monti perde consensi. Ormai solo il 47% degli italiani ha un parere positivo sul presidente del Consiglio, mentre il 49% ha un parere negativo. E anche la fiducia nel Governo è in netto calo. I cittadini pensano a nuovi partiti: il 52% non vorrebbe nuovi soggetti politici in Italia, ma, tra quelli che invece pensano che sia necessario, la metà ritiene che il nuovo movimento politico non dovrebbe essere riconducibile agli schieramenti tradizionali. Allo stesso tempo il 48% vorrebbe votare per un partito del tutto nuovo, che vada anche oltre al M5s. Ma su una cosa la maggioranza è certa: per il 62% il successo dei grillini è dovuto al fallimento dei partiti tradizionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liberal1

    24 Maggio 2012 - 07:07

    normale monti crolla è un uomo delle banche non ferma equitalia non fa un condono non tasse le banche non riforma la politica è stato messo là perché non ha un elettorato e può veramente fare come gli pare riformare lo stato con la fiducia gli tolgono la fiducia? Sti cazzi la figuraccia la continuano a fare i politici mica Monti anzi acquisterebbe più consensi e se fa una lista Monti vincerebbe a mani basse ma deve avere le Palle di riformare la legge elettorale e tagliare la casta taglaire i costi dei politici e mettere un tetto agli interessi ad equitalia e spalmare i debiti in 10/15/20 anni a seconda degli importi. Se fa questo salverà l'Italia. Altrimenti a pensar male si fa peccato ma ci si indovina dice Andreotti.

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    24 Maggio 2012 - 07:07

    La colpa è del pdl e della classe politica che fa solo interessi personali, è inutile dire è uno sbaglio dare i voti al movimento a 5 stelle i voti non sono del PDL vanno e vengono come dive FINI Non significa nulla per il PDL se poi non mantiene le promesse oppure dissesta i bilanci oppure per favorire un consigliere o assessore regionale o provinciale sacrifica un ospedale per un altro senza vedere se ci sono o no le condizioni ecco perché si perde come perderà la Polverini che ha vinto solo grazie a Berlusconi che ci ha messo la faccia per lei Fini lo aveva capito che avrebbe fatto danni il lavoro stanno chiudendo la sanità solo agli amici la famiglia addizionali irpef più alte tutte le tasse altissime perciò in tutta Italia ci sono stati/e le polverini ed hanno perso per eccesso di onnipotenza.

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    24 Maggio 2012 - 00:12

    Non vedere più quelle facce da sberle come i 3 dell'ABC, Monti Forneo Passera Cancellieri ecc.ecc. basta con quetsi ladroni capaci di scaldare la sedia e si muovono solo quando vedono in lontananza la possibilità di togliere il finanziamento ai partiti. <per quelli di adesso , fanno pena e non dimentico il nostro presidente che li sostiene , a casa anche lui che è ora

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    24 Maggio 2012 - 00:12

    Io te l'avevo detto che eri morto: a destra non siamo trinariciuti, non votiamo a prescindere. Hai promesso e non hai mantenuto,basta. Davvero credevi di umiliarci, impoverirci, andartene alla chetichella SENZA SPIEGARCI NULLA e poi presentarti bello fresco a richiederci i voti? Ma per chi ci hai preso? Non siamo il popolo bove che pensi tu. Ti ho creduto,me ne vanto, ma ora BASTA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog