Cerca

Le toghe pagheranno (poco)

Giustizia, emendamento della Severino:
"Responsabilità civile indiretta"

Il Guardasigilli presenta la modifica alla legge comunitaria: lo Stato potrà rivalersi sul magistrato solo fino al 50%

Insoddisfazione del Pdl. Il capogruppo Cicchitto: "Di fronte ad una carente capacità di mediazione del governo manterremo ferme le nostre posizioni di merito, che nessuno può attaccare"
Paola Severino

Responsabilità civile delle toghe: l'emendamento del Guardasigilli

 

Responsabilità civile dei magistrati sì, ma dimezzata. E' stato depositato in commissione Politiche Ue del Senato l'emendamento del Governo sull'articolo 25 del Ddl Comunitaria 2011 sull'argomento, e la proposta di modifica sarà ora all'esame del Senato. Il Guardasigilli Paola Severino ha presentato un emendamento che prevede la responsabilità civile dei magistrati, ma prima ci si dovrà rivalere sullo Stato (in mattinata aveva anticipato: "Se il termine per gli emendamenti dovesse restare fissato per oggi alle 17 e se i partiti restassero distanti fra loro, sarebbe logico pensare ad un emendamento del governo compositivo"). L'emendamento presentato dal ministro della Giustizia, in sostanza, prevede che lo Stato poi potrà rivalersi della metà sul magistrato, mentre ora può farlo per un terzo. Se una toga sbaglia, metà della multa, di fatto, continueranno a pagarla i contribuenti.

Il parere del Csm - Michele Vietti, il vicepresidente del Csm, da par suo aveva già detto di approvare l'intenzione del governo di emendare la legge sulla responsabilità civile dei giudizi. Da Potenza, Vietti ha commentato: "Mi pare una giusta assunzione di responsabilità da parte del governo e del ministro Severino. È una materia molto delicata che non può essere semplicemente affidata alle logiche della maggioranza o della minoranza, ma attiene al funzionamento del sistema giurisdizionale, e quindi alle regole della collettività".

Cicchitto insoddisfatto - Il Pdl, per bocca di Maurizio Cicchitto, non ha nascosto la propria insoddisfazione sulla norma: "E' evidente che di fronte ad una carente capacità di mediazione del governo manterremo ferme le nostre posizioni di merito, che nessuno può attaccare". Il capogruppo degli azzurri alla Camera ha aggiunto: "Queste sono ispirate all'esigenza di combinare la lotta alla corruzione con un sistema equilibrato e ponderato di pene e con il garantismo al quale non rinunciamo certo di fronte a certa demoagogia giustizialista che non ha nulla a che fare con la lotta al crimine".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino-DePedis

    07 Giugno 2012 - 17:05

    vedi, a cianciare senza capire nulla poi si fanno brutte figure. non mi interessa spiegarti cosa succede negli altri paesi, quelli normali. ti prego fammi esempi, concreti su quali sarebbero i giudici poiticizzati. il problema che voi, per quasi venti anni, avete seguito un delinquente che si è fatto svariate leggi e nel frattempo vi ha riempito il cervellino misero che avete con becera propaganda. un esempio? ha letto la multa che la corte europea ci ha inflitto, 10 milioni di euro? no? http://it.wikipedia.org/wiki/Europa_7 non è un gran sito, ma è meno del nulla che alberga nel tuo cervello. ma in poche parole Belusconi ha illegalmente usato questo stato per interessi personali. la cosa bella, però, è che è lo stato italiano condannato a pagare una mula, per cose che ha fatto il governo berlusconi per interessi privati di mediaset. e tu cianci sulla respnsabilita cilive dei giudici? sei/siete delle povere capre!

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    06 Giugno 2012 - 18:06

    Meno male ci sei tu che ci illumini, peccato veramente che sia tu a non capire. Nella tua mente c'è quello stato di conoscenza con la quale ci illumini? Coraggio lavati la bocca. Lucia Elena

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    06 Giugno 2012 - 18:06

    e tu credi che lo stato si potrà rivalere? Non so se li è un illuso o uno che non ragiona, ma non vede come vanno le cose? Finchè ci saranno giudici politicizzati non ci sarà una vera giustizia imparziale, e sappiamo tutti che lo stato non riuscirà a fare niente e quindi pagheremo sempre noi come prima, o lei convinto che a pagare sia davvero lo stato? ma chi dà i soldi allo stato, forse a lei non è stato ancora comunicato ma siamo noi, e quindi siamo noi che dobbiamo pagare anche gli sbagli di giudici incapaci e arroganti. Peccato che lei sia così ottuso, provi a toglersi qualche pezzetto di mortadella dagli occhi e magari qualche tappino dalle orecchie.

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    06 Giugno 2012 - 17:05

    Mentre il Governo pisola,nella zona terremotata , " pullulano " di SCIACALLI ,che liberamente fanno razzia nelle case diroccate e abbandonate dai proprietari,addirittura si sono organizzati con auto e megafoni,girano nelle zone terremotate gridando di lasciare la propria abitazione e di fuggire, dico io,ma i militari( muniti di mitra),non li possiamo utilizzare per sorvegliare queste zone? Cosa aspettano ? Non occorre arrestarli, ma sparargli addosso con una scarica di mitra,non meritano altro, MERDONI ,Voi e le PU****A delle vostre madri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog