Cerca

Sveglia Pdl

Staccare la spina a Monti
vale l'11% in più alle urne

Mario Monti

Staccargli la spina vale l'11% in più alle urne

 

Staccare la spina al governo tutto tasse di Mario Monti vale un tesoro, in termini elettorali. Chi manda a casa il professore, chi ci libererà dalla sua medicina (inutile, se non controproducente) farà incetta di preferenza alla prossima consultazioni. Un sondaggio - la cui esistenza viene rivelata da Dagospia, in un articolo a firma di Carlo Tarallo - ha messo in agitazione il già inquieto Pdl. Gli azzurri di Napoli hanno messo le mani sulla rilevazione riservata di Alessandra Ghisleri, amministratore delegato di Euromedia Research, autrice dei report in base ai quali Silvio Berlusconi orienta la sua linea politica.

Un tesoro da 11 punti - Passiamo ai dati. Secondo la sondaggista cara al Cavaliere, per chi abbatte Monti c'è un premio pari all'11% dei voti degli italiani, pronti a ringraziare così il partito che si prenderà la briga di rispedire i professori nelle università e ai loro precedenti incarichi. Ma c'è anche un'altra cifra che scotta, e che forse è ancor più bollente della precedente: il 70% degli elettori del Pdl vorrebbe che il governo Monti cadesse immediatamente, all'istante. Ma il sondaggio mette in evidenza anche un altro aspetto, ossia che anche il Partito Democratico potrebbe godere del "premio 11%" nel caso in cui staccasse la spina al prof: una notizia che deve aver messo una certa fretta al Pdl e al Cavaliere, già costretti a inseguire i democratici e in continua emorragia di voti.

Silvio ritorna in campo? - Dagospia inoltre rilancia un'indiscrezione che prende corpo con il passare dei giorni, e che sembra sempre più concreta. Sì, le primarie del Pdl ci saranno. Ma alle stesse primarie, nonostante quanto dichiarato negli ultimi mesi, potrebbe partecipare proprio Silvio Berlusconi. Chi lo ha incontrtato nelle ultime ore racconta che il Cav sarebbe tentatissimo dal presentarsi alle consultazioni del partito. Tra gli azzurri molti consigliano all'ex premier di restare lontano dalla scena politica "per non fare ombra ad Alfano", ma Silvio ha voglia di rompere gli schemi e prendere parte alle iniziative pubbliche del Pdl.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    18 Giugno 2012 - 12:12

    Hanno paura a fare la prima mossa e non si rendono conto che chi picchia per primo di solito vince.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    14 Giugno 2012 - 16:04

    Anzi, secondo me è ottimistico! Se prendiamo in considerazione gli EX elettori della coalizione che ha vinto le elezioni del 2008, il numero cresce a dismisura. Ma sembra che questo ai terrorizzati pidiellini non basti ancora per farli decidere. Forse il loro unico pensiero è di campare a Roma a nostre spese per altri 8-9 mesi... e nel frattempo cercarsi un lavoro vero. Avvilente!

    Report

    Rispondi

  • allianz

    14 Giugno 2012 - 15:03

    Ma andatevene a ca***re...Ormai anche se suonano le campane del Campidanese siete fottuti..Temo che al 2013 suoneranno le trombe del Giudizio Universale...e se si svegliano sarà sempre troppo tardi.

    Report

    Rispondi

  • vsmvsd62

    14 Giugno 2012 - 13:01

    E' tardi! Nessuno di noi voterà più per i traditori che hanno fino ad oggi approvato tutti i provvedimenti dei "non eletti". I vigliacchi non possono più aspirare a niente...tornate a casa!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog