Cerca

Batosta agli ex colonnelli

Il Tar dà ragione ai futuristi
Congelato il patrimonio di An

Accolta l'istanza di Fli contro il decreto che dava alla nuova Fondazione An personalità giuridica

La Camera dovrà esaminare il rendiconto del vecchio partito che trasferiva tutto, immobili, titoli, azioni e depositi bancari, alla Fondazione presieduta dal senatore Pdl Mugnai
Il Tar dà ragione ai futuristi
Congelato il patrimonio di An

 

Il Tar del Lazio dà ragione ai Futuristi: il patrimonio di quella che fu Alleanza Nazionale non confluirà nella nuova Fondazione An. Il provvedimento accoglie l'istanza cautelare avanzata da Rita Marino, storica segretaria particolare del presidente della Camera, Gianfranco Fini che aveva contestato il provvedimento del prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, con cui era stata concessa  personalità giuridica alla fondazione ex An voluta dagli ex colonnelli, e da Fli considerata illegittima. 

Soddisfatto Enzo Raisi. "E' il terzo successo giudiziario che, con l’amico Buonfiglio, otteniamo in questo confronto contro gli ex colonnelli di An - ricorda Raisi - per una battaglia di trasparenza nella gestione di soldi pubblici e di beni appartenuti ad una comunità umana che non possono finire nelle mani di quattro amici".   "Continueremo questa battaglia fino a che non verranno fatte scelte che garantiscano legalità e collegialità nella gestione delle risorse del patrimonio di An, lo dobbiamo ai nostri militanti e alla nostra storia", conclude il responsabile nazionale promozione e immagine di Fli. "Prendo atto della decisione del Tar, che comunque rappresenta un provvedimento cautelativo, di durata provvisoria", dice invece il senatore Mugnai (Pdl), presidente del Cda della Fondazione An.

Adesso dovrà esprimersi la Camera sull'ultimo rendiconto di An, che conteneva il trasferimento dei soldi alla Fondazione: 55 milioni di euro in depositi bancari, più le partecipazioni in tre diverse società, due immobiliari e poi l'editrice del Secolo d'Italia. Le due immobiliari, ricorda il Giornale, hanno un valore iscritto a bilancio di 6milioni di euro, ma è una cifra simbolica, perché hanno in pancia quasi 70 immobili sparsi per tutta l'Italia, frutto dell'eredità decennale del Msi. Con la sentenza del Tar, che sospende il provvedimento del prefetto di Roma con cui era stata concessa personalità giuridica alla fondazione ex An, di fatto viene bloccato tutto il patrimonio.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • argo92

    06 Agosto 2013 - 23:11

    se le evoluzioni di FINI si potrebbero concretizzare o trasformare in una persona sarebbe sicuramente TRANS

    Report

    Rispondi

  • argo92

    06 Agosto 2013 - 23:11

    basta dire qualche boiata da sinistronzi e avere qualche conoscenza in magistratura e il gioco e fatto il nuovo KOMUNISTA non gli bastava l appartamento a MONTECARLO se c e da MAGNA lui e sempre in prima fila veramente squallido qualcuno si rivoltera nella tomba per vedere in che mani ha lasciato tutto fai veramente schifo

    Report

    Rispondi

  • argo92

    22 Luglio 2013 - 18:06

    tu godi con chi ? con quel puzzone di FINI e con i nuovi AMICI della sinistronza

    Report

    Rispondi

  • bocciatore

    24 Luglio 2012 - 20:08

    Ma che anima bella e pura questo raisi lo dobbiamo ai nostri iscritti per un fatto di trasparenza nella gestione dei soldi pubblici,IPOCRITA la casa di montecarlo il tuo capo l'ha resa trasparente in quanto gli iscritti non la vedono più, tutto con la compiacenza di certa magistratura.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog