Cerca

Partiti nel caos

L'Idv si sta sfasciando
Di Pietro si allea con Grillo

L'annuncio di un nuovo "Movimento dei Valori" sarà dato a settembre a Vasto. Resta il logo che porta il'8% dei voti

L'idea del leader dell'Italia dei Valori è quella di sganciarsi definitivamente da Bersani. Ma il partito frena: "Ci vuole un chiarimento"
L'Idv si sta sfasciando
Di Pietro si allea con Grillo

L'Italia dei Valori sta scoppiando: fronde interne, malesseri, addii. E nonostante Antonio Di Pietro neghi tutto è già al lavoro per riciclarsi salvando il salvabile. Il salvagente sarebbe un nuovo soggetto politico, una "Movimento dei Valori" (in pratica una lista di cittadini) con il quale fare un'alleanza con Beppe Grillo e dire addio per sempre al Pd. L'annuncio, secondo le indiscrezioni di Repubblica, verrà fatto a settembre durante il congresso di Vasto. Ma lo stato maggiore del partito non ci sta. Massimo Donati, capogruppo dell'Idv a Montecitorio, che per primo si è smarcato dal "grillismo" di Di Pietro in una intervista a L'Unità tuona: "Vasto non può ratificare scelte già fatte". In pratica se la linea del partito è cambiata rispetto al 2008 bisogna avviare un confronto. Sulla stessa lunghezza d'onda Pancho Pardi: "Ci vuole un chiarimento". Elio Lannutti se ne è proprio andato, con tanto di lettera di dimissioni, salvo poi un chiarimento con lo stesso Di Pietro complice Franco Barbato. Che invece al listone civico ci crede. Tanto da immaginare, scrive Repubblica, un logo misto: la scritta "Italia dei Valori" (che pare da solo garantisce un 8% dei consensi) e incastonata la parola "I cittadini".

Di Pietro smentisce - "Ma non ci penso nemmeno! Con tutto il c.. che mi sono fatto per costruirlo!". Antonio Di Pietro, parlando  con i cronisti alla Camera, smentisce così le voci che lo vedrebbero   tentato dallo scioglimento dell’Idv per dar vita a un listone nazionale alleato di Beppe Grillo. "L'Italia dei Valori non si scioglie. Ci mancherebbe. E quanto a  Grillo, credetemi, lui andrà da solo. Lo ha detto già tante volte e sarà così", spiega Di Pietro. Secondo il leader Idv, il Movimento 5 Stelle non farà alleanze. A prescindere anche dalla legge elettorale che ci sarà. "Grillo non si preoccupa di questa cose, della legge   elettorale. Andrà da solo. Del resto, lo capisco. Perchè dovrebbe dilapidare il suo 'patrimonio'...". Quindi l’Idv che farà? Nel partito alcuni non gradiscono gli   attacchi al Colle e al Pd che stanno pregiudicando l’alleanza con i democratici... "Allora, intanto, diciamo che quello nell’Idv è un   normale dibattito e non è sui contenuti, sui quali siamo tutti   d’accordo. Ma semmai sui toni. Stasera intervengo in aula alle 7 e   -scherza Di Pietro- li faccio arrabbiare pure di più a questi...". Ma  che fate se il Pd non ci sta, se Grillo, come dite, va da solo? "Noi   organizziamo il campo del centrosinistra, dove non c'è solo il Pd.   C'è Sel, che vediamo quali scelte farà, e poi ci potrebbero essere   liste civiche, la lista dei sindaci. Vedremo. Ma una cosa è sicura: l'Idv non la sciolgo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • INCAZZATONERO69

    26 Luglio 2012 - 09:09

    Sicchè la gente e stanca?E di chi?Del M5S che non e ancora presente in parlamento(Pdl Pd-l faranno carte false per non farceli arrivare)o degli attuali politicanti?

    Report

    Rispondi

  • perfido

    25 Luglio 2012 - 18:06

    Uno fa ridere e l'altro fa piangere. Non ho sentito ancora qualche lettore dire: "che c'azzecca, l'uno con l'altro". Forse, il capo dell'Idv, pensa di fare cassa-comune con il M5S che, tanti danno in "volata". Questi si rabbattono, dove possono e, non sanno che rimarranno con un pugno di mosche in mano. La gente è stanca, ma stanca, che loro neanche s'immaginano. Non voglio capire che la politica è tramontata. Grillo, potrà ancora organizzare una serata, ci saranno ancora delle persone che, hanno voglia di ridere e lo ascolteranno. Quindi, il suo guadagno è assicurato. Ma quell'altro, deve chiedere di andare in prepensionamento?. A me sembrano essere solo notizie per distoglierci dai veri problemi che quotidianamente, ci affliggono. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • orconero

    25 Luglio 2012 - 17:05

    Se il comico ci casca il contadino semianalfabeta appena puo' gli frega il movimento e dal 8 passa al 20%, rimborsi elettorali compresi, dove nella gestione personalizzata il contadino e' un maestro.

    Report

    Rispondi

  • toscano05

    25 Luglio 2012 - 15:03

    Be cosi non si sa che e il politico e chi e il comico

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog